Il prossimo viaggio? Nella Cancun delle nozze gay

Cancun, Cozumel e altre aree dei Caraibi messicani consentiranno a breve il matrimonio tra persone dello stesso sesso grazie ad un cavillo del codice civile. Pronte offerte e pacchetti speciali.

Se avete sempre desiderato visitare i Caraibi messicani, ora avete una ragione in più per farlo. Stando a quanto riportato dall’emittente televisiva Fox News Latino, alcune aree turistiche dei Caraibi messicani, tra cui Cancun e Cozumel permetteranno presto alle coppie gay di sposarsi, grazie ad un cavillo nel codice civile recentemente venuto alla luce che parla solo di "persone interessate a sposarsi" senza specificare il genere e l’orientamento sessuale.

La zona è già molto popolare tra i turisti gay europei, statunitensi e canadesi e sono molte le coppie che hanno espreso il desiderio di sposarsi in quell’area.

La novità entrerà in vigore molto presto. L’attivista per i diritti gay Patricia Novelo, infatti, ha dichiarato che il primo matrimonio di gruppo potrebbe essere celebrato addirittura entro il mese. L’IGLTA (International Gay and Lesbian Travel Association) sta lavorando a stretto contatto con il Colectivo Diversidad, Fusion G e Gay Tours Mexico per stringere accordi con le compagnie aeree e le catene alberghiere e ottenere offerte speciali per le coppie gay che intendano sposarsi in quella zona del Messico.

Città del Messico ha già legalizzato le nozze gay nel dicembre del 2009 e da allora 1.200 coppie si sono sposate nella Capitale.

Ti suggeriamo anche  Stato del Messico, presto una legge sul matrimonio egualitario
Storie

Partecipa a 4 Ristoranti con il compagno e viene sommerso dalle telefonate omofobe – la denuncia video

"Froc*o di mer*a" al telefono, più e più volte, con voci modificate e numeri anonimi. La denuncia social di Mariano Scognamiglio, visto a 4 Ristoranti, su Sky, insieme al compagno.

di Federico Boni