Il senatore russo vuole far chiudere il club della coppia lesbica

Quel bacio sull’aereo non gli è proprio andato giù. Ora Milonov minaccia la coppia.

Ricordate le foto, circolate qualche giorno fa, del bacio che le due attiviste russe lesbiche si sono date in aereo davanti al senatore promotore della legge contro la “propaganda gay”? Vitaly Milonov, il politico in questione, lo sappiamo, non aveva reagito affatto bene ed ha minacciato di far chiudere il locale gestito da una delle due ragazze a San Pietroburgo.

Sull’aereo, quando le due ragazze si sono baciate scattando un selfie, Milonov si era nascosto dietro il suo tablet e, una volta atterrato, aveva rilasciato dichiarazioni di condanna al gesto. Ora si è spinto oltre.

“Questo mostra che queste persone non hanno un orientamento sessuale normale, ma che la loro devianza sessuale si mostra in ogni aspetto della loro vita – ha dichiarato il senatore alla CNN -. Non ho capito cosa stessero facendo, ma hanno un buon senso dell’umorismo. Anche io ce l’ho. E probabilmente continuerò questo scherzo facendo chiudere il loro club gay di San Pietroburgo. Oppure vietando loro di avere incontri pubblici. Anche questo è divertente”.

Oltre ad essere il promotore della tristemente nota legge che impedisce qualsiasi forma di espressione alle persone lgbt in Russia, secondo quanto riporta GayStarNews, Milonov sta ora lavorando ad una nuova norma che vieterebbe il matrimonio tra persone trans,

Ti suggeriamo anche  Omotransfobia, il Pd presenta un DDL firmato Monica Cirinnà: 'Il Parlamento non può ignorare oltre questo problema'