Il TAR del Friuli sconfessa Alfano e la circolare contro i matrimoni

di

Dopo il Lazio, anche il Friuli Venezia Giulia dichiara illegittima la richiesta del minist

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
3366 0

Un altro TAR sconfessa l’ormai tristemente nota “circolare Alfano” contro le trascrizioni dei matrimoni egualitari celebrati all’estero. Dopo il Lazio , è il turno del Friuli Venezia Giulia dove il Tribunale Amministrativo Regionale ha accolto il ricorso presentato dagli avvocati di Rete Lenford per conto di una coppia di donne che, dopo essersi sposate in Sudafrica, avevano chiesto e ottenuto la trascrizione al comune di Udine . L’atto, però, era poi stato annullato d’ufficio dal Prefetto, attenutosi alla circolare del ministro dell’Interno a seguito della quale, invece, il sindaco Honsell si era rifiutato di procedere alla cancellazione.

Ora, il TAR del Friuli conferma l’illegittimità della cancellazione eseguita dal prefetto e della circolare Alfano che l’aveva imposta.

A Udine, per la verità, anche la Procura si era già espressa in questo senso , affermando che non è compito del Prefetto cancellare le trascrizioni.

“In attesa di leggere le motivazioni della sentenza – ha dichiarato l’avvocata Maria Grazia Sangalli, presidente di Rete Lenford – ringraziamo Ingrid e Adele,la coppia di donne sposate in Sudafrica, per avere rivendicato con forza il diritto al riconoscimento in Italia del loro matrimonio, Arcigay Udine per il sostegno convinto all’iniziativa giudiziaria e il collega avv. Mario Di Carlo che con abnegazione sta seguendo i ricorsi presentati presso tutti i giudici amministrativi italiani”.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...