Il Territorio della Capitale d’Australia approva i matrimoni gay

di

Già da dicembre, le prime coppie omosessuali australiane potranno sposarsi a Canberra e nel territorio della capitale, nonostante la ferma opposizione del primo ministro Tony Abbott.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
4234 0

Il Territorio della Capitale Australiana, ovvero il territorio intorno a Canberra, che ricade sotto il diretto controllo del governo federale, (come Washington DC negli Usa) è ufficialmente il primo stato australiano ad avere approvato una legge che introduce il matrimonio per le coppie omosessuali.

Con 9 voti a favore e 8 contrari, e l’ovazione delle oltre 200 persone presenti alla seduta, il Parlamento ha approvato il testo e la prima coppia potrebbe sposarsi già a dicembre. Il tutto è avvenuto nonostante la ferma opposizione del primo ministro Tony Abbott il quale ha tentato in ogni modo di fermare la legge adducendo motivazioni come “l’uniformità all’interno del Commonwealth” o una presunta incostituzionalità.

Secondo Rodney Croome, presidente dell’associazione Australian Marriage Equality, più di 500 coppie australiane che vivono fuori dal territorio di Canberra aspettano di potersi sposare lì.

“Questo voto porta molta gioia a queste coppie e alle loro famiglie – ha dichiarato – e non fa male a nessuno. Perché qualcuno dovrebbe volerlo annullare?”.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Leggi   Australia: un mondo da scoprire dall'altro capo del mondo
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...