Il Vescovo riceve Zanardi che gli dice: “Abusarono di me”

Alla fine il vescovo di Savona ha accettato di ricevere Francesco Zanardi per ascoltare la sua storia di abusato. “Mi sono avvicinato con una tleecamere nei giorni scorsi. Evidentemente è servito”

Alla fine il vescovo di Savona ha deciso di rievere Francesco Zanardi, che chiedeva da tempo una udienza per informare l’alto prelato degli abusi sessuali subiti da adolescente da un sacerdote e invitarlo a fare piena luce su altre vicende denunciate da alcune presunte vittime.

L’incontro tra Zanardi e il vescovo di Savona Vittorio Lupi, è avvenuto oggi in Curia a Savona nella forma dell’udienza privata. Zanardi ha chiesto al presule, che era affiancato dal suo vicario monsignor Andrea Giusto, di collaborare con la magistratura e con le vittime degli abusi subiti affinché si faccia piena luce su vicende "scomode" contestate alle Curia savonese.

«Il vescovo, che certamente non poteva sapere degli scandali accaduti anni fa – ha detto al termine dell’incontro Francesco Zanardi – mi ha ascoltato ed è apparso molto disponibile e collaborativo. Ha voluto sapere e conoscere diverse circostanze. Gli ho fornito elementi di valutazione importanti per poter approfondire la vicenda a cominciare da un elenco di nomi di sacerdoti che sanno e possono illuminarlo sulla verita’. Il presule mi ha rassicurato dicendomi che già nei prossimi giorni riceverà altre vittime che hanno chiesto udienza».

Al vescovo, ha aggiunto Zanardi, «ho esposto anche, a nome delle vittime, la necessità di un aiuto, almeno per alcune. Ho anche espresso quanto sia importante senza dubbio chiedere perdono a Dio, ma anche alle vittime, che spesso soffrono nel silenzio e nella vergogna». Nei prossimi giorni potrebbe essere già convocato un primo incontro con le presunte vittime dei casi di pedofilia denunciati da Zanardi. «Ma già sin d’ora – ha detto Zanardi – mi posso ritenere soddisfatto dell’esito dell’udienza di questa mattina».

Ti suggeriamo anche  Liguria, minacce di morte davanti agli asili: "Uccideremo gli insegnanti del gender"

«Evidentemente il mio incontro ravvicinato di domenica scorsa, quando ho avvicinato il vescovo con una telecamera, e un messaggio telefonico spedito direttamente al presule – ha detto Zanardi – sono serviti ad accelerare il nostro colloquio che è stato sereno, cordiale e spero anche presto costruttivo». «Salutandomi – ha concluso Zanardi – il vescovo mi ha detto di essere addolorato dopo essere venuto a conoscenza di questi fatti».