Ilga Europe contro il decreto discriminatorio

di

Il nuovo decreto italiano anti-discriminazione apre la strada alle discriminazioni di lesbiche, gay e bisessuali nell'impiego da parte della polizia e delle forze armate

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
745 0

BRUXELLES – Ilga-Europe si schiera accanto ai gay e alle lesbiche italiane nella protesta contro il decreto legislativo, approvato dal Governo italiano con lo scopo di adempiere agli obblighi imposti dall’Unione Europea nel garantire la protezione dalle discriminazioni sul luogo di lavoro. Secondo Ilga-Europe, il Governo “ha perversamente incluso norme che potrebbero permettere alla polizia, alle forze armate, ai servizi penitenziari e di soccorso di discriminare contro lesbiche, gay e bisessuali”.
Nigel Warner, del direttivo di ILGA-Europe, commenta: “Legittimare la discriminazione contro lesbiche, gay e bisessuali in certi servizi del settore pubblico è l’esatto opposto di quanto la Direttiva europea si proponeva di ottenere.”
Riccardo Gottardi, del direttivo di ILGA-Europe, conclude: “ILGA-Europe invita il governo Italiano ad essere all’altezza delle sue responsabilità quale Presidente di turno dell’Unione Europea, e a emanare un decreto opportunamente emendato che sia completamente conforme alla Direttiva e sostenga le politiche antidiscriminazione dell’UE”.

Leggi   Portavoce di Trump allontanata da un ristorante, la titolare: "L'ho fatto per i miei dipendenti gay"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...