In alto i cuori: tutte le Piazzate d’Amore per poter dire #lostessosì

Più di trenta piazze in tutta Italia, un unico enormeflash mob per chiedere uguali diritti

Sono trentatré le Piazzate d’Amore in cui domani, in occasione di San Valentino, gay, lesbiche, bisessuali, transgender ed eterosessuali si incontreranno per celebrare l’amore e per chiedere di potere dire, tutti, “lo stesso sì”. “Lo stesso amore, gli stessi diritti, #lostessosì” è questo il claim della campagna a cui hanno aderito tutte le principali associazioni lgbt italiane, da Arcigay (sia a livello nazionale che locale, con i circoli, tra gli altri, di Torino, Milano, Palermo e Perugia), al Circolo Mario Mieli, da Agedo a Famiglie Arcobaleno, da Certi Diritti a CondividiLove. Ma in piazza non ci saranno solo le associazioni. Ad Assisi, ad esempio, l’evento ha ottenuto il patrocinio del comune. Simbolo della giornata, il cui uso non sarà limitato solo a sabato, è un cuore rosso con il simbolo dell’uguale all’interno, proprio a rappresentare l’uguaglianza a cui aspirano le persone e le coppie lgbt in Italia e per “rivendicare l’applicazione piena dell’articolo 3 della nostra Carta costituzionale, e per chiedere per tutti gli amori gli stessi diritti”, sottolinea il presidente di Arcigay Flavio Romani.

Il flash mob prenderà vita in orari diversi a seconda della città: in ogni piazza (trovate l’elenco completo qui di seguito) cartelli con il cuore rosso saranno alzati contemporaneamente a formare un emorme tappeto di cuori. A Palermo, poi, gli attivisti di Arcigay e del gruppo “I’m gay, any problems” chiederanno a tutti i partecipanti di scambiarsi un bacio. In alcune città, l’appuntamento si incontra con quello organizzato dai promotori della campagna One Billion Rising, contro la violenza sulle donne.

Ti suggeriamo anche  Roberta Bruzzone e i rapporti con integralismo cattolico e neofascisti: intervistata in radio, attaccata il telefono

“Solo una riforma del diritto di famiglia che preveda anche il matrimonio egualitario – ricorda Yuri Guaiana, segretario di Certi Diritti – rispetterebbe pienamente l’art. 2 della nostra Costituzione e finché ciò non avverrà, noi continueremo a far valere le nostre ragioni”. “Non siamo interessati a istituti di serie B o ad unioni ghetto che diano una sanzione legale alla discriminazione nei confronti delle persone LGBT – aggiunge Andrea Maccarrone, presidente del Mieli di Roma -. Pretendiamo piena e completa uguaglianza e chiediamo con forza che l’Italia esca dalla palude in cui la costringono gli integralisti e una politica pavida e ignava. Vogliamo dire tutte e tutti #LoStessoSi, e lo ribadiremo con le nostre differenze, i nostri colori e il nostro orgoglio”.

Iniziano oggi, invece, e si concludono domenica le attività organizzate da Livorno Rainbow che ha previsto un fitto calendario di dibattiti, spettacoli, mostre, ma anche feste. “LIVORNO QUEER – Porto di Toscana. Terra dei Diritti”, questo il titolo della tre giorni a cui aderiscono anche altre associazioni lgbt labroniche e toscane, rientra nell’ambito della Festa della Toscana. Trovate tutte le informazioni sui singoli eventi a questo link .

Di seguito l’elenco completo delle piazze in cui sarà possibile partecipare alle Piazzate d’Amore.

Assisi: ore 16.00 piazza del Comune ; Bologna: ore 11.00, Piazza Verdi e ore 13.30, Piazza Maggiore ; Cagliari ore 17.00, Piazza Yenne; Catania: ore 18.30, Piazza Università ; Cecina: ore 16.00, c.so G. Matteotti ; Cremona: ore 16.30, Piazza Stradivari ; Empoli: ore 16.00, piazza Farinata degli Uberti ; Firenze: ore 13.50, luogo da definire ; Foggia: ore 17:30, Corso Vittorio Emanuele ; Genova: ore 15.30, largo E. Lanfranco ; Lecce: ore 18.00, Piazza S. Oronzo ; Livorno: ore 12:30, interno Mercato Centrale ; Messina: ore 16.00, piazza Duomo ; Milano: ore 15.00, Piazza della Scala ; Napoli: ore 18.00, largo Berlinguer ; Padova: ore 11.00, Piazzetta della Garzeria ; Palermo: ore 17.30, via Ruggero Settimo ; Parma: ore 15.00, Piazza Garibaldi ; Pavia: ore 15.00, piazzetta Azzani ; Pescara: ore 18.30, piazza Italia ; Pesaro: ore 17.00, piazza del Popolo ; Pistoia: ore 18.00, piazza del Duomo ; Potenza: ore 19.00, piazza M. Pagano ; Ravenna: ore 11.30, Piazza del Popolo ; Reggio Calabria: 17.30, teatro Cilea ; Roma: ore 15.30, campo de’ Fiori ; Taranto: ore 18.00, piazza Immacolata ; Torino: ore 15,00, in Piazza Palazzo di Città ; Trieste: ore 14.00, piazza Unità d’Italia ; Verona: ore 15.30, ponte di Castelvecchio ; Vicenza: ore 15.55, piazza Castello ; Viterbo: ore 15.30, piazza del Comune .

Ti suggeriamo anche  Out Magazine fa la lista dei 100 scapoli d'oro gay: la nostra top ten