In Svizzera l’omofobia sarà punibile come il razzismo

di

Il testo è stato approvato con 98 voti a favore e 83 contrari dal Consiglio Nazionale. Ora passa al Consiglio degli Stati.

svizzera
CONDIVIDI
27.9k Condivisioni Facebook 27.9k Twitter Google WhatsApp
10873 15

La Svizzera si adegua agli altri paesi d’Oltralpe, in tema di diritti civili.

Ha difatti sancito che anche le discriminazioni omofobe devono essere vietate e punite come quelle riguardanti l’etnia, l’origine o la religione. Il Consiglio Nazionale ha così deciso, indicando quindi una modifica del codice penale. Prima di procedere, però, si dovrà attendere la decisione del Consiglio degli Stati per la votazione finale alla proposta.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

La proposta porta il nome del consigliere nazionale Mathias Reynard. Il socialista ha spiegato che la mancanza di protezione per le persone LGBT+ è una grave lacuna che deve essere colmata al più presto. Il codice penale della Svizzera indica una legge che vieta e punisce le offese e le discriminazioni in base alla provenienza e alla religione, ma non riguarda anche gli atti di omofobia che si possono verificare. Inoltre, Reynard ha segnalato che un omosessuale su 5 ha già tentato il suicidio, e la metà ha meno di 20 anni. Per questo, è importante dimostrare la presenza dello Stato verso le minoranze più deboli.

I contrari alla proposta svizzera

La proposta vede però la resistenza della minoranza, riconducibili come orientamento politico all’UDC italiano. Secondo i centristi non occorre un’estensione della legge, perché già completa sia dal punto di vista civile che penale. Ma gli stessi contestano l’attuale testo, perché troppo duro contro il razzismo. Nel frattempo il Consiglio nazionale ha approvato l’estensione con 98 voti a favori e 83 contrari. Il testo al momento punisce le discriminazioni di genere, proteggendo quindi le persone transessuali. 

In Italia, rispetto agli altri paesi vicini e ai quali ora si unirà anche la Svizzera, la situazione è molto diversa. Anche nel nostro sistema le discriminazioni per etnia, origine e religione sono punite dalla legge Mancino. Ed è questo il testo che si puntava a modificare, per estenderla anche alle discriminazioni omofobe. La proposta è quella dell’onorevole democratico Ivan Scalfarotto, ferma da anni in Senato.

Leggi   Grande Fratello Vip, Enrico Silvestrin in diretta: 'non sono omofobo, era una battuta idiota'
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...