Incontri a Roma, dopo il sesso 45enne drogava i partner e li rapinava

L’uomo era riuscito a sfuggire all’arresto, è stato poi preso anche un complice.

Nuovo caso di incontri trappola, stavolta nella Capitale: un uomo avrebbe drogato e derubato le vittime. Arrestato dai Carabinieri.

I Carabinieri di Porta Maggiore a Roma hanno arrestato un 45enne che adescava uomini sulle app di incontri gay per drogarli e rapinarli. L’ultimo episodio è avvenuto settimana scorsa, quando il rapinatore ha sottratto al suo partner carte di credito, contanti, un pc portatile e le chiavi dell’auto.

Secondo quanto riporta Repubblica, dopo una notte insieme l’uomo avrebbe costretto la vittima a consegnargli il denaro e gli oggetti di valore per poi drogarlo e legarlo al letto. Le forze dell’ordine sono riusciti a rintracciarlo grazie alla geolocalizzazione del portatile rubato e ai segni sull’auto che ha causato urtando altri veicoli durante la fuga.

Nella camera del motel in cui si era nascosto i Carabinieri hanno rinvenuto anche alcune dosi di crack, una bilancia di precisione e 1.400 euro in contanti, a testimonianza di una probabile attività di spaccio.

Nonostante l’arresto, l’uomo è riuscito a scappare per alcune ore prima che fosse riacciuffato dai Carabinieri. I militari sono riusciti così a individuare un complice che avrebbe tentato di aiutarlo durante questa seconda fuga. L’uomo, un pugliese di 45 anni, è stato arrestato con l’accusa di favoreggiamento.

Ti suggeriamo anche  Sapienza, settimana rainbow con festival LGBTQ+ e primo Pride universitario