Quando Adinolfi scrisse sulla legge Cirinnà: bisognerebbe prendere i fucili

A mezzo Twitter il cordoglio insopportabilmente di circostanza di uno dei grandi fomentatori dell’odio omofobico.

Non è questo il tempo per le polemiche ma Adinolfi ha perso, come al solito, un’occasione per tacere. Questa volta in modo spudorato e ipocrita.

IMG_8118

Il grande fomentatore dell’odio omofobico ha twittato poco fa il suo cordoglio di circostanza, fuori luogo, inutile e anzi doloroso. Come se atti come questi non fossero l’esito, alla lunga inevitabile, di un’intolleranza spietata, autocentrata, insopportabile. Di quell’intolleranza a cui Adinolfi spinge tutti quelli che danno malauguratamente ascolto ai suoi deliri. Adinolfi soltanto qualche mese fa scrisse a proposito della Legge Cirinnà: “bisognerebbe prendere i fucili”.

I fucili sono stati presi, Mario, hai visto?

 

Ti suggeriamo anche  "Lesbiche e gay, ammazzateli tutti", a Vercelli il consigliere Giuseppe Cannata non si dimette
Storie

Milano Pride 2020: un ALTRO PRIDE nella forma ma non nella sostanza

L’edizione 2020 di Milano Pride sarà contraddistinta da un programma di eventi virtuale che contribuirà attivamente alla ripresa della città con un’attività di fundraising.

di Federico Boni