Irlanda: il premier s’impegna su uguaglianza per coppie gay

Il Primo Ministro irlandese Ahern conferma l’impegno del proprio esecutivo di legiferare al più presto sul tema delle unioni omosessuali.

DUBLINO – I paesi dell’Unione Europea che ancora penalizzano le persone omosessuali, impedendo loro di poter ufficializzare le loro unioni (e dunque negando loro tutti quei diritti e protezioni che ne conseguono), sembrano destinati a ridursi ulteriormente. Il Primo Ministro Bertie Ahern (nella foto) ha confermato pubblicamente che il suo governo sta lavorando a una nuova legge per assicurare pari diritti alle unioni omosessuali. Lo ha fatto qualche giorno fa intervenendo come ospite d’onore all’OUThouse, un centro sociale rivolto alla comunità GLBT (gay, lesbica, bisessuale e transgender) dublinese. «Questo governo è impegnato a fornire più sostegno e maggiori sicurezze legali per le coppie composte da persone dello stesso sesso» ha detto l’equivalente irlandese di Romano Prodi, aggiungendo che esaminando le varie stradi percorribili e in attesa di una pendente sentenza sull’argomento della Corte Suprema, «legifereremo per la partnership civile appena possibile nel corso di questa legislatura.»

Ahern, che è a capo di una coalizione denominata Democratici Progressisti, si è anche complimentato per l’attività sociale svolta dal centro Outhouse, nel quale si riuniscono e operano regolarmente qualche decina di gruppi GLBT. Sul tema del riconoscimento delle coppie same sex la manager del centro, Louise Tierney, ha commentato che «la mancanza di riconoscimento per le relazioni tra persone dello stesso sesso è una barriera per la vera uguaglianza» in quanto pone le persone omosessuali in grande svantaggio quando si parla di diritti di base, ad esempio in ambito ereditario. (RT

Ti suggeriamo anche  Leo Varadkar e suo marito hanno incontrato Mike Pence e Donald Trump

Nella foto: Il premier irlandese Bertie Ahern, al centro, durante il suo intervento alla OUThouse. Al suo fianco il ministro per l’uguaglianza Sean Power e la presidente di OUTHouse Monica Hynds.