L’Irlanda è il primo Paese ad avere una strategia nazionale per i giovani LGBT

di

La campagna sarà lanciata su Facebook e attraverso un tour itinerante che raccoglierà le opinioni e le preoccupazione della gioventù LGBT

CONDIVIDI
866 Condivisioni Facebook 866 Twitter Google WhatsApp
10846 0

L’Irlanda sta per diventare il primo Paese al mondo ad avere una strategia nazionale a supporto della gioventù LGBT. Se è vero infatti che i Millennials sono la generazione che maggiormente si identifica con la comunità LGBT, questa affermazione non potrà che diventare ancora più importante e significativa per le prossime generazioni, come la Z ovvero dei nati tra il 1998 e il 2010.
La strategia si propone di affrontare le sfide dei giovani membri della comunità LGBT in Irlanda (un Paese cattolico, ci teniamo a ricordarlo) invitando tutti i ragazzi e le ragazze a mettersi in gioco e condividere le loro opinioni nei prossimi mesi con eventi ad hoc organizzati in tutto il paese.
Il ministro per l’infanzia Katherine Zappone ha lanciato oggi la prima azione: un questionario on-line per definire la strategia dell’intervento; anche il luogo del lancio è significativo, la ministra infatti ha annunciato l’avvio del questionario dalla sede di Facebook a Dublino.
Mentre sono in corso le consultazioni on-line, si terrà un incontro aperto a tutti e a tutte a Dublino il 6 maggio: qui i giovani membri della comunità LGBT saranno invitati a partecipare ad un vero e proprio roadshow che toccherà nei prossimi mesi le principali località del paese come Sligo, Dundalk, Waterford, Galway e Cork nei prossimi mesi.
Il programma prevede di consultare i giovani di età compresa tra 15-24 su tutti gli aspetti della loro vita in modo da raccogliere raccomandazioni e parole chiave in alcuni settori sensibili come sessualità, relazioni, ruolo nella società e discriminazione.
“Oggi invitiamo i giovani di tutta l’Irlanda a far parte della storia. Attraverso Facebook Live e ad una consultazione on line potranno contribuire a formare prima Strategia nazionale della gioventù LGBTI + del mondo” ha affermato la ministra durante la conferenza stampa di lancio dell’iniziativa

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...