Isola di Guam: gay e lesbiche chiedono le prime licenze di matrimonio

di

Dopo la sentenza federale, via al matrimonio egualitario anche nell'isola del Pacifico.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
4144 0

Un altro territorio apre al matrimonio egualitario. È il territorio di Guam, un’isola del Pacifico in cui vige la costituzione statunitense, pur non essendo uno degli stati della federazione. Da oggi, infatti, le coppie gay e lesbiche che risiedono sull’isola hanno iniziato a chiedere le licenze di matrimonio. Di fatto, Guam è il primo territorio Usa a riconoscere il matrimonio tra persone dello stesso sesso. L’estensione del diritto a sposarsi nasce da una sentenza emessa qualche giorno fa dalla giudice federale Frances M. Tydingco-Gatewood chiamata ad esprimersi sul caso di una coppia lesbica che aveva fatto ricorso contro il divieto di sposarsi.

Le due donne, Kathleen Aguero e Loretta Pangelinan, rispettivamente 28 e 29 anni, avevano presentato la richiesta per sposarsi, ma il governatore, il repubblicano Eddie Calvo dell’isola gliel’aveva negata. Guam, però, rientra nel Nono Circuito USA distretto che si è già espresso a favore dei matrimoni egualitari.

La parola fine alla diatriba l’ha messa la giudice federale con la sua sentenza a seguito della quale, da oggi, le coppie gay e lesbiche dell’isola stanno iniziando a chiedere le licenze di matrimonio. Un altro posto dove potere andare a sposarsi, un altro posto in cui i diritti civili conquistano la scena.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...