Israele: gli stessi diritti a due mamme lesbiche

di

L'Alta corte israeliana ha contretto il ministro dell'Interno a riconoscere come madre la compagna di una donna, mamma biologica di un bimbo, dopo che la donna aveva legalmente...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
911 0

L’Alta corte isrealeina ha emesso una sentenza che obbliga il ministro dell’Interno a riconoscere pari ruolo di mamma di un bimbo ad entrambe le componenti di una coppia lesbica

La compagna della madre biologica era stata precedentemente riconosciuta come madre adottiva dalla corte di San Francisco, grazie ad un verdetto del tribunale.

Il giudice dell’Alta Corte Dorit Beinish (la prima donna ad accedere a questa carica in Israele) ha ammonito il ministro dell’Interno israeliano che si era rifuitato di registrare la madre adottiva, facendogli notare che "non può scriversi le leggi da solo" né tantomeno ignorare la legge israeliana del 2006 che riconosce il diritto di adozione alle donne lesbiche.

La normativa vigente riconosce alle unioni omosessuali diritti patrimoniali ed ereditari, anche se il matrimonio (con tutti i suoi ampi diritti) è ancora concesso solo alle coppie eterosessuali.

Nonostante l’ostilità della comunità ebraica israeliana l’omosessualità non è più reato dal 1988.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...