L’ex tronista Ivano Marino a processo, minacciava uno sportivo: “Dico a tutti che sei gay”

L’influencer è accusato di stalking verso l’ex fidanzato, un atleta olimpico. A testimoniare anche Marco Carta.

Si è aperto a Roma il procedimento contro Ivano Marino, fashion blogger, per aver minacciato di fare outing all’ex fidanzato.

Ex tronista di Uomini e Donne, Ivano Marino è accusato di stalking da un atleta olimpico, con cui avrebbe avuto una passata relazione. Marino avrebbe molestato per mesi lo sportivo, minacciando di rivelarne l’omosessualità.

Ivano Marino
L’ex tronista Ivano Marino.

A Piazzale Clodio, in un’aula chiusa al pubblico su richiesta della parte offesa per riservatezza, come riporta il Messaggero la vittima ha dichiarato: “Mi sono deciso a denunciare perché non ce la facevo più. Inviava messaggi a me, ma anche a conoscenti”.

A testimoniare contro Marino, che avrebbe creato profili falsi sui social network per controllare e molestare il proprio ex, anche Marco Carta: “È vero, voleva far circolare quella voce”.

AGGIORNAMENTO: di seguito le dichiarazioni di Ivano Marino. “Smentisco ufficialmente di essere autore del reato di stalking o di altri reati commessi nei confronti di Alex Di Giorgio o di chiunque altro. Il procedimento penale è appena iniziato e nel nostro diritto vige la presunzione di innocenza sino all’ultimo grado di giudizio. Posso confermare l’esistenza di una relazione sentimentale con Alex Di Giorgio della durata di un anno e mezzo e, successivamente una relazione sfociata in una convivenza a Roma con Marco Carta nella sua abitazione, ma ribadisco con altrettanta fermezza di non aver mai messo in atto comportamenti assimilabili al reato di stalking o qualsivoglia altro reato”. Marino, inoltre, precisa che la denuncia di stalking è stata depositata da Di Giorgio solo dopo che il legale di Marino aveva inviato una diffida indirizzata all’atleta per la restituzione di beni di proprietà dello stesso Marino, specificando inoltre che il rifiuto della restituzione avrebbe potuto configurare il reato di appropriazione indebita.

Ti suggeriamo anche  Vacanze romane: visitare Roma come un ragazzo del posto