Chi è Izabella Nilsson Jarvandi: l’anti-Greta contro i diritti LGBT (e non solo)

Anti immigrazione e anti ideologia gender: ecco l’antagonista di Greta Thunberg.

Si chiama Izabella Nilsson Jarvandi, ha 15 anni ed è anche lei svedese, come Greta Thunberg. Quest’ultima, si è fatta conoscere in tutto il mondo per l’accusa lanciata nei confronti dei leader mondiali, responsabili delle condizioni di salute del pianeta Terra. La sua coetanea Izabella invece è diventata piuttosto celebre in Svezia per le sue idee completamente opposte a quelle della ragazza ambientalista. E anche per questo motivo, viene definita l’anti-Greta.

Ma chi è Izabella Nilsson Jarvandi? La quindicenne si definisce anti immigrazione e anti clandestini. E’ contraria alle politiche di apertura, una ferma sostenitrice del Primo Ministro ungherese Orban e delle sue politiche anti immigrazione. Infine, sostiene la famiglia tradizionale, per la quale si batte per sconfiggere la tanto temuta ideologia gender. Non ha paura degli haters che la attaccano sui canali social, tantomeno di ergersi a paladina della coppia uomo-donna, liberando la Svezia dalla comunità LGBT. Siamo sicuri che dopo la sconfitta dell’indottrinamento gender, la Svezia sarà un luogo migliore.

La sovranista Izabella Nilsson Jarvandi

“Una giovane attivista politica contro il globalismo, che cerca la verità e la giustizia per la mia amata Svezia”. Così si definisce Izabella su Twitter. Amata dagli ambienti di destra e cattolici, Izabella Nilsson Jarvandi a marzo si è impegnata in un duro dibattito portato avanti tramite la sua pagina Twitter. Il tema dello scontro era l’indottrinamento gender nelle scuole svedesi. A sconvolgerla e a convincerla a dover fare qualcosa per difendere il suo popolo, sono stati alcuni testi utilizzati a scuola, dove i protagonisti erano “una ragazza con un pene” e “un ragazzo con una vagina“.  Inoltre, in questi racconti c’erano addirittura persone che al tempo stesso era “un maschio e una femmina“.

Ti suggeriamo anche  Lady Gaga celebra Stonewall: "Chiedete alle persone quali sono i loro pronomi!" - VIDEO

Insomma, una ragazza che sarebbe perfetta per tutti gli omofobi italiani, che la eleggerebbero subito come loro leader. Difatti, anche Izabella Nilsson Jarvandi spiega che una famiglia deve essere composta da un uomo e una donna e che l’ideologia gender sosterebbe che i diversi comportamenti tra un uomo e una donna derivano dall’educazione.

Era forse presente al Congresso delle Famiglie di Verona?