Jean Wyllys, il primo e unico deputato gay del Brasile si dimette e lascia il Paese causa minacce di morte

Il suo seggio verrà preso da David Miranda, marito del giornalista statunitense premio Pulitzer Glenn Greenwald.

44enne primo (e unico) deputato apertamente gay del Parlamento brasiliano, Jean Wyllys ha annunciato l’addio al proprio seggio causa continue minacce omofobe. Eletto a Brasilia, Wyllys ha provato a tenere duro, in un Paese che dopo l’elezione presidenziale dell’estremista Jair Bolsonaro ha virato sempre più a destra, prima di cedere e gettare la spugna.

“Conservare una vita minacciata è anche una strategia per combattere per giorni migliori”. “Le minacce di morte mi hanno reso la vita insopportabile. Sono stati minacciati anche i miei fratelli e mia madre”.

La violenza in Brasile si è fatta ancor più spaventosa, dopo l’elezione di Bolsonaro, con Wyllys che rimarrà in Europa, dove si trova al momento, senza più tornare nel proprio Paese. Continuamente protetto da guardie del corpo, Jean è stato insultato e spintonato persino in strada, oltre ad aver ricevuto decine di minacce di morte per posta. Il suo seggio verrà preso da David Miranda, marito del giornalista statunitense premio Pulitzer Glenn Greenwald. Un altro deputato dichiaratamente gay, nella speranza che le minacce di morte, almeno nel suo caso, possano cessare.

Nel 2018, quindi ancor prima dell’arrivo di Bolsonaro, sono stati oltre 300 i morti causa omofobia in tutto il Brasile.