Kadyrov e la popstar cecena scomparsa: “La famiglia scarica colpe su di me”

di

Per le associazioni LGBT locali il giovane è stato arrestato e ucciso poche ore dopo il suo arrivo a Grozny.

cecenia
CONDIVIDI
14 Condivisioni Facebook 14 Twitter Google WhatsApp
2891 0

Tra le vittime delle persecuzioni dei gay in Cecenia potrebbe figurare anche la giovane popstar Zelim Bakaev.

Rientrato ad agosto in Cecenia per il matrimonio della sorella, di lui si è persa infatti ogni traccia. Igor Kochetkov, fondatore del Russian LGBT Network, è sicuro che il giovane sia stato arrestato tre ore dopo il suo arrivo a Grozny e ucciso dopo dieci ore.

Un video diffuso negli scorsi mesi dalle forze cecene e in cui figurava Zelim, è risultato poi falso.

Il governatore locale Kadyrov non ha mai ammesso la sua scomparsa e ha sempre rigettato ogni accusa specifica. Ora, però, accusa la famiglia del ragazzo di voler scaricare ogni colpa su di lui.

Cecenia, il leader Kadyrov sulla sparizione della popstar Bakaev: “Ci ha pensato la sua famiglia”

Tra le vittime delle persecuzioni dei gay in Cecenia c’è anche la popstar Zelim Bakaev. Il governatore locale Kadyrov non ha mai ammesso la sua scomparsa e ora accusa la famiglia del cantante.

Pubblicato da Gay.it su Mercoledì 24 gennaio 2018

Leggi   Zelim Bakaev in Cecenia, un anno fa spariva nel nulla la popstar russa dichiaratamente gay
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...