L’agente che l’arrestò querela George Michael

Nel 1998 aveva arrestato George Michael per condotta indecente, in un luogo di battuage di Los Angeles. Ora afferma che il cantante lo molestò: chiede 10 milioni di dollari.

WASHINGTON – La nona corte d’appello federale ha deciso ieri, martedì 2 dicembre, di autorizzare Marcelo Rodriguez a citare in giudizio George Michael e a pretendere dal cantante un risarcimento di 10 milioni di dollari.

Il 7 aprile 1998, Marcelo Rodriguez aveva arrestato George Michael per condotta indecente, in un luogo di incontro per omosessuali di Los Angeles. Nel 1999, aveva sporto querela contro George Michael perché si era sentito umiliato dalle proposte del cantante e dal suo modo di far sembrare l’arresto una cosa ridicola nel video della canzone “Outside”.

La sua richiesta era però stata respinta in prima istanza, con la motivazione che un poliziotto, in quanto pubblico ufficiale, non è autorizzato a sporgere richiesta di risarcimento in questo tipo di affari.

Ti suggeriamo anche  Domani in tv arriva il documentario autobiografico a cui George Michael stava lavorando quando è morto