L’arcivescovo si scusa ma mette insieme gay e pedofilia

Dadeus Grings, porporato brasiliano, ha condannato l’accettazione dell’omosessualità, che non sarebbe “umana”, da parte della società perché porterebbe alla pedofilia.

L’arcivescovo brasiliano Dadeus Grings si è pubblicamente scusato per gli scandali a sfondo pedofilo che hanno coinvolto la Chiesa, accusando la società in generale. A riportarlo è stata l’agenzia internazionale Associated Press. Grings ha dichiarato: «la società di oggi è pedofila. Questo è il problema. Quindi è facile che le persone ci cadano. E il fatto che venga denunciato è un buon segno». Grings, poi, non ha ceduto alla tentazione di tirare in ballo i gay.

Riporta l’AP: «L’arcivescovo ha anche detto che è importante che i bambini evitino l’omosessualità. "Sappiamo che gli adolescenti sono spontaneamente omosessuali. I ragazzi giocano con i ragazzi e le ragazze con le ragazze – ha detto Grings -. Se non c’è una guida appropriata, la situazione persiste. La domanda è: come facciamo ad educare i nostri ragazzi perché abbiano una sessualità umana e confacente". Gringa ha anche dichiarato che l’accettazione dell’omosessualità da parte della società può spianare la strada alla pedofilia. "Quando la sessualità viene banalizzata, è chiaro che questo riguarda tutte le categorie. L’omosessualità è una di queste. Prima non si parlava di omosessuali. Erano solo discriminati. Se iniziamo a dire che hanno dei diritti, compreso il diritto di manifestare pubblicamente, molto presto si parlerà di diritti dei pedofili"».

Stando all’agenzia di stampa che ha riportato la notizia, Grings è l’arcivescovo della diocesi di Porto Alegre, una dele più grandi del Brasile, con un numero di cattolici maggiore di qualsiasi altra area del Brasile. In più, funge da cancelliere dell’Università Cattolica di Rio Grande do Sul. Grings ha denunciato gli abusi all’interno della Chiesa, ma ha anche dichiarato che i provvedimenti interni della Chiesa nei confronti dei preti pedofili erano sufficienti e che non bisognava coinvolgere la polizia. «Sarebbe strano che la Chiesa accusasse i suoi figli» ha detto.

Ti suggeriamo anche  Il sindaco di Trapani si rifiuta di riconoscere i figli di una coppia gay: 'manca la legge'

Lo scandalo pedofilia nella chiesa brasiliana è venuto alla luce quando tre preti sono stati accusati di abusi sessuali nei confronti di chiericetti grazie ad un video che ritraeva uno di loro in azione e che è stato trasmesso dalla TV brasiliana.