L’Australia ci ripensa: Norrie non può avere sesso neutro

Il suo caso ha fatto il giro del mondo e la scelta del governo australiano di concedere a Norri lo status “di sesso non specificato” era sembrata all’avanguardia. Ma ora le autorità fanno dietrofront.

Forse il clamore attorno al suo caso è stato troppo, forse il governo australiano non ama che si parli tanto delle sue scelte. Non sappiamo esattamente cosa sia successo, ma sta di fatto che quella che sembrava essere una scelta molto all’avanguardia è stata ritrattata. Norrie May-Welby, il primo essere umano ad avere un "sesso non specificato" dovrà, da oggi, scegliersi un orientamento di appartenenza. L’ufficio per lo stato civile del Nuovo Galles del Sud ha annullato il certificato di nascita di Norrie che riportava l’ormai famosa dicitura "di sesso non specificato".

"Quando ho ricevuto la telefonata mi sono sentito come se mi avessero ucciso – ha dichiarato alla stampa Norrie, che ha già presentato ricorso alla Commissione diritti umani -. La mia identità è stata divulgata in tutto il mondo, e ora il governo si riprende quello che mi aveva riconosciuto. Non poteva procurarsi prima la consulenza legale?".

Norrie, infatti, aveva usato quel certificato per tutti in tutti gli uffici con cui aveva avuto a che fare, dalla banca alla motorizzazione. Adesso, Norrie chiede delle scuse formali da parte del governo e un risarcimento danni.

Ti suggeriamo anche  Australia: scuole religiose potrebbero rifiutare studenti gay