L’Estonia dice sì alle unioni civili anche per gli omosessuali

Il parlamento ha approvato oggi la legge. E’ il primo caso nell’ex Unione Sovietica

Il Parlamento estone ha appena approvato una legge che riconosce le coppie dello stesso sesso e istituisce le unioni civili. E’ il primo stato dell’ex Unione Sovietica ad varare un testo del genere.

Con 40 voti a favore, 38 contrari e 23 astenuti, la nuova norma legalizza le unioni civili a prescindere dal genere e dall’orientamento sessuale dei partner e sarà in vigore dal 2016.

Il Centro per i Diritti Umani estone ha commentato la legge definendola “un atto storico”, oltre che un fortissimo messaggio per la vicina Russia che, come sappiamo, non solo non riconosce le coppie gay e lesbiche, ma ha approvato una legge che vieta persino di parlare di omosessualità in pubblico: la famigerata legge contro la “propaganda gay”.

Ti suggeriamo anche  In Italia il matrimonio gay è vietato dalla Costituzione?