L’imbarazzante proiezione hard gay di padre McVeigh

di

Doveva mostrare delle diapositive sulla Prima Comunione a 64 genitori riuniti nella scuola di St Mary, ma quelle che, involontariamente, il prete ha mandato sullo schermo erano foto...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
3664 0

Foto porno, per di più gay, invece delle diapositive sulla Prima Comunione. L’imbarazzante incidente è accaduto a padre Martin McVeigh nella scuola St Mary della contea di Tyrone, nell’Irlanda del Nord.Il prete aveva riunito 64 genitori per parlare loro della Prima Comunione che i loro figli si preparavano ad affrontare, ma quando ha inserito la pen-drive USB nel computer, complice involontaria la funzione autoplay di Windows, invece delle slide sull’argomento sul monitor è apparsa una sequenza di immagini porno gay.

Rimasto senza parole, il sacerdote ha strappato via la pen-drive dal computer ed è uscito dalla stanza lasciando che l’incontro proseguisse senza di lui.

Venti minuti dopo, l’uomo è tornato alla riunione spiegando che i ragazzi ricevono molti soldi per la loro Prima Comunione e che dovrebbero prendere in considerazione l’idea di darne una parte in dono alla chiesa.

Il parroco ha sostenuto di non aver idea della provenienza delle immagini e l’arcidiocesi ha consegnato la pen-drive alla polizia perché potesse svolgere delle indagini.I fatti risalgono allo scorso lunedì, ma la polizia ha già fatto sapere che non c’è alcuna evidenza di reato dato che, agli occhi della legge, la pornografia gay non è un crimine e le immagini contenute nella pen-drive di padre McVeigh non erano altro che questo: pornografia gay.

Sconcertati e indignati, molti genitori hanno chiesto spiegazioni.

Leggi   Deomofobina, a Torino il 'farmaco' per guarire dall'omofobia
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...