L’ultima follia russa: le persone trans non possono guidare

Troppi incidenti, il governo impone nuove restrizioni: niente patente alle persone trans.

Le persone transgender non possono guidare in Russia. L’ultima follia del governo di Putin stabilisce che i “feticisti, gli esibizionisti e i voyeur” sono considerate persone con “disordini mentali” e non sono autorizzati a guidare. Tra loro, anche le persone trans.

Secondo quanto riporta la BBC, il governo ha intensificato i controlli e i divieti sulle patenti perché, dice, ci sono troppi incidenti. Nell’elenco dei soggetti che non possono avere la patente, anche i giocatori d’azzardo e i cleptomani. Contro il nuovo provvedimento si sono espressi gli psicologi russi e le associazioni che si occupano di diritti umani.

Secondo Valery Evtushenko, portavoce dell’Associazione degli Psichiatri Russi, le restrizioni sulla patente di guida potrebbero portare le persone a non rivolgersi agli specialisti per paura di vedersi negare la possibilità di guidare.

L’Associazione degli Avvocati per i Diritti Umani ha definito la legge “discriminatoria” ed ha annunciato ricorsi alla Corte Costituzionale, oltre a richieste d’aiuto alle organizzazioni internazionali che si occupano di diritti.

L’Unione dei Guidatori Professionisti, però, difende il governo: “Abbiamo troppi morti sulle strade – dicono – e crediamo che dei requisiti medici per chi chiede la patente siano pienamente giustificati” anche se ammettono che non dovrebbero essere così rigidi per i non professionisti.

Ti suggeriamo anche  Senigallia, insulti omofobi al ristorante: cacciati 4 amici gay