L’Università di Bari adotta il doppio libretto per le persone trans

Un nuovo libretto con il nome scelto e un tutor per gli studenti che cambiano sesso

Anche l’Università di Bari, da adesso, permette il doppio libretto agli studenti e alle studentesse trans. Il Senato Accademico ha infatti accolto la proposta presentata dalla commissione Pari Opportunità dell’Ateneo su richiesta dell’associazione Link, del tavolo Lgbtqi del Comune. Come riporta il Corriere del Mezzogiorno, oltre al secondo libretto in cui sarà riportato il nome scelto dallo studente o dalla studentessa, l’Ateneo ha previsto l’istituzione di un tutor che avrà il compito di fare da tramite tra i docenti, ai quali potrebbe risultare il nome anagrafico, e gli studenti.