La coppia di Mille Chiamparino si sposerà il 27 febbraio

La coppia lesbo torinese convolerà a nozze l’ultimo sabato del mese alla Rotonda del Valentino. Sarà presente il sindaco Chiamparino: “Niente spettacolarizzazioni ma un messaggio forte al Parlamento”

Torino – Convoleranno a nozze (simboliche) il 27 febbraio, presso la Rotonda del Parco Valentino, Antonella D’Annibale e Debora Galbiati Ventrella, la coppia lesbica che con l’annuncio del proprio matrimonio ha dato il via alla campagna ‘Mille Chiamparino’: il sindaco torinese, infatti, sarà presente e prenderà la parola.

"Facendo riferimento alla storia concreta di Antonella e Debora –  spiega Chiamparino – ribadirò che sono convinto della necessità che il Parlamento doti la nostra comunità di una legge per le unioni civili da affiancare al matrimonio: uno strumento che consenta alle persone omosessuali, e a tutti coloro che in un determinato momento della loro vita possono averne bisogno, di consolidare simbolicamente il loro affetto e al tempo stesso garantirsi reciprocamente dal punto di vista giuridico senza ricorrere a forme privatistiche. Partecipo volentieri a un incontro che festeggia l’unione di Antonella e Debora ma non mi presto alla spettacolarizzazione di un problema serio. La nostra società sta morendo di spettacolarizzazione, sta perdendo i suoi valori per questo, e io non voglio alimentare il fenomeno. A me interessa unire un messaggio forte al Parlamento a una dimostrazione di amicizia che faccia sentire questa coppia meno sola e isolata dalla comunità cittadina per la sua scelta di vita".

"Il pomeriggio del 27 febbraio compiremo un gesto politico" affermano Antonella e Debora . "Abbiamo deciso di dedicarlo alla memoria di Enzo Francone, tra i fondatori del ‘Fuori!’. Sarà un modo per chiedere al nostro paese che sia concesso subito di potersi sposare alle coppie omosessuali che lo desiderano. Nella società italiana, da tempo, è avvenuto un cambiamento: le unioni oggi sono molteplici e ogni persona ha diritto di esistere e di esprimere la propria diversità. L’ultimo sabato di febbraio sarà comunque la nostra festa, una festa dove con un rito nostro, laico, il sindaco e quattro persone a noi care testimonieranno la nostra unione".

Ti suggeriamo anche  Celebrate Yourself, a Torino una mostra fotografica per raccontare la comunità LGBT

La cerimonia seguita dal party, a cui parteciperanno più di 300 invitati, prenderà il via alle ore 16. Collaborano all’organizzazione il Circolo Maurice, il Coordinamento Torino Pride e il Queever. Gli anelli nuziali, realizzati per l’occasione da un orafo di Torre Pellice, verranno consegnati alle spose dalla loro nipotina.