La fondatrice dello Stampatello scrive al Papa. E lui risponde.

La casa editrice è accusata di pubblicare libri di propaganda “gender” per bambini.

Invece di denunciare chi, tra Giuristi per la Vita, Manif pour Tous e altre organizzazioni simili, in questi mesi ha preso di mira la sua casa editrice additandola come responsabile di propagandare la famigerata “teoria gender“. Francesca Pardi, fondatrice della casa editrice per bambini Lo Stampatello, ha scritto a papa Bergoglio, inviandogli anche una copia di tutti i libri che editano, compreso “Piccolo Uovo” e “Perché hai due mamme”. E lui ha risposto.

“Nella lettera – spiega Pardi a Gay.it – che è arrivata dalla Segreteria di Stato del Vaticano, il portavoce mi scrive a nome del papa ringraziandomi per il delicato gesto e per i sentimenti che lo hanno suggerito. Poi continua auspicando una sempre più proficua attività al servizio delle giovani generazioni e della diffusione degli autentici valori umani e cristiani. E infine, impartisce la sua benedizione a me e a Maria Silvia, la mia commpagna”.

“Per me è stato molto importante ricevere questa lettera – continua Pardi -. Quello che io ho voluto raccontare a lui sono i toni durissimi e diffamatori con cui chi dice di isiprarsi alla dottrina della chiesa, addita me, la mia famiglia e la nostra casa editrice. E la lettera che ho ricevuto, i toni che usa, le parole scelte, vanno nella direzione esattamente opposta a quei toni”.

I libri dello Stampatello sono finiti nell’occhio del ciclone e messi al bando anche dal sindaco di Venezia e nei mesi scorsi non sono mancate anche le minacce da parte di Forza Nuova. Nei molteplici incontri contro le persone lgbt e i loro diritti che da tempo si svolgono in tutta Italia, le pubblicazioni dello Stampatello sono state accusate di cose terribili, compreso dii “spaccare la testa dei bambini”.

Per questo Francesca Pardi, ha scelto di rivolgersi direttamente a Bergoglio “che è il loro capo spirituale, anche se la Cei e il Vaticano non hanno aderito formalmente al Family Day o cose del genere”.

Ecco il post pubblicato su Facebook da Francesca Pardi con il testo integrale della lettera inviata a papa Francesco alla vigilia del Family Day.

IL PAPA MI HA RISPOSTO!In occasione del family day, prima del "fattaccio" del sidaco di Venezia, scrissi una seconda…

Posted by Francesca Pardi on Giovedì 27 agosto 2015

LEGGI ANCHE

Storie

La Svezia non concede l’asilo, 19enne gay rischia di tornare...

Se in Iran scoprissero che è gay e cristiano, Mehdi potrebbe essere condannato a morte.

di Alessandro Bovo | 18 Febbraio 2019

Storie

Oscar Cazorla è stato ucciso: il Messico gay piange un...

Sconvolta la comunità LGBT messicana per la scomparsa di Cazorla.

di Alessandro Bovo | 18 Febbraio 2019

Cultura

I killer nella storia della comunità LGBT

In tutto, hanno brutalmente ucciso 34 persone omosessuali.

di Alessandro Bovo | 17 Febbraio 2019