La Giornata Mondiale contro Omofobia a Firenze e Roma

Nella Giornata contro l’omofobia a Firenze fiaccolata e una mostra di foto. A Roma una conferenza sull´omofobia in America Latina tenuta dal professor Mott.

FIRENZE – Con l’approvazione a larga maggioranza della Giornata Internazionale contro l’omofobia.

Per l’occasione il circolo dell’Arcigay di Firenze “Eurobarometro proprio l’Italia è la nazione dove c’è il più alto tasso di discriminazione dell’intera Unione Europea e negli ultimi due anni sono state tante le denunce di stupri, agguati e pestaggi, minacce sfociate in vandalismi, bullismo anti-gay, senza dimenticare il problema dei suicidi tra giovani adolescenti.

Al termine della fiaccolata, intorno alle 21,00, presso il complesso dell’ex carcere Le Murate di Firenze, Piazza Madonna della Neve 1, si svolgerà la presentazione di un oggetto emblematico della persecuzione e dello sterminio degli omosessuali sotto il regime nazista: la fascia per il braccio con il simbolo del triangolo rosa, segno distintivo, nei campi di concentramento nazisti, degli “Arschficker”, i sodomiti. Verrà anche presentata la mostra fotografica “Fragments of Dawn” e alcune rare litografie originali di Richard Grüne, artista gay sopravvissuto ai campi di morte nazisti a cui Visions e Arcigay Firenze hanno dedicato il cortometraggio “Grüne Rose”.

ROMA – Sempre in occasione della Giornata mondiale contro l´omofobia, presso la sede di Arcigay Roma, in via Goito 35/b, giovedì 17 maggio, alle ore 19.00, un´opportunità rara per gli italiani di allargare lo sguardo oltre le polemiche nostrane. Il professor Luiz Mott, titolare di una delle poche cattedre universitarie di gay studies del Sud America ed esponente storico di uno dei più importanti gruppi gay brasiliani, terrà una conferenza sull´omofobia in America Latina. Dai roghi dell´inquisizione di qualche secolo fa all´omofobia strisciante oggi nei partiti di quasi tutte le tendenze politica, un incontro per capire le differenze con l´Europa e, soprattutto, con l´Italia. (RT)