La prof in assemblea: “L’omosessualità è una malattia”

di

Una docente di un liceo modenese scatena la protesta in piena assemblea degli studenti. Per tutta risposta, una ragazza si alza e fa coming out accolto da applausi...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
14953 0

Una docente di Diritto del liceo Sigonio di Modena, durante un’assemblea di istituto iniziata con la proiezione del film Viola di Mare, ha esordito dicendo: “L’omosessualità è sì un dramma, ma è un disturbo psicologico”. All’evento, organizzato all’interno di un cinema alla presenza di circa 400 ragazzi, hanno partecipato anche Arcigay e Scienze Vita. Dopo il film, è iniziato il dibattito, molto partecipato da parte dei ragazzi, come riportano gli stessi studenti sul sito “Voci dal B(r)anco” e con toni di confronto a quanto pare sereno. Tutto tranquillo, insomma, fino all’intervento della docente che ha contestato l’OMS: “L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato che l’omosessualità non è una malattia, ma l’Oms si può sbagliare, come è già successo con il vaccino contro l’aviaria”.

La contestazione è arrivata immediatamente da parte dei ragazzi fermati solo dai rappresentanti delle associazioni presenti che, a quel punto, hanno preteso il diritto di replica e risposto all’insegnante. Ma il vero colpo di scena è arrivato poco dopo quando, rispondendo alla docente, una studentessa si è alzata ed ha dichiarato: “Lei, usando la parola “malattia” potrebbe offendere tutte le persone omosessuali presenti che, come me, hanno impiegato anni per accettare e capire la loro condizione”. La sala ha risposto all’inatteso coming out con un applauso di solidarietà e sostegno alla ragazza. Adesso, assicurano gli studenti, l’argomento non è certo chiuso e sarà ancora argomento di confronto e dibattito. Un segnale positivo da una scuola superiore in un momento in cui dagli ambienti scolastici arrivano spesso pessime notizie di episodi di omofobia.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Leggi   Spirit Day, Britney Spears al fianco dei giovani LGBT vittime di omofobia
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...