La Russia valuta il divieto di donare il sangue per i gay

di

Si accavallano le proposte di legge per discriminare i gay. Dopo il divieto di coming out arriva la proposta per vietare la donazione del sangue. E un deputato...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
3239 0

La Duma russa sta prendendo in considerazione un divieto di donazione di sangue per gli omosessuali. Lo ha dichiarato oggi in conferenza stampa Mikhail Degtiariov, vice presidente del comitato parlamentare per la Scienza e l’Alta Tecnologia, deputato del partito nazionalista Ldpr e candidato sindaco a Mosca, che ha lanciato l’iniziativa. Notando che “il 65% dei pazienti infetti da Hiv sono uomini gay”, Degtiariov ha spiegato che la Duma ha anche elaborato un’iniziativa per offrire “consulenza anonima volontaria” da psicologi, psicoterapeuti, sessuologi agli omosessuali per “tornare alla vita normale, eterosessuale, che vivono il 95-99% dei russi”.

L’idea è stata subito bollata come discriminatoria e populista dalla direttrice del Gruppo Helsinki di Mosca per i diritti umani Liudmila Alexeieva: “Penso che in realtà non sia nemmeno antipatia verso gli omosessuali da parte dei ceti dirigenti, ma un metodo politico”. Tuttavia il Ministero della Salute ha indicato di essere pronto a valutare la questione “con attenzione”, pur ammettendo che “bisogna tener presente il problema dei diritti umani e i rischi potenziali”.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Leggi   Il governatore Fedriga all'attacco: difenderà solo la famiglia tradizionale
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...