Lancio di sassi e bottiglie di vetro davanti a locali gay

Ancora omofobia. Nella notte di sabato lancio di oggetti pericolosi e insulti ai clienti di due noti locali milanesi: Company e King. Tre stranieri denunciati

Milano – Un altro episodio di omofobia avvenuto in città. Nella notte di sabato, intorno alle 23.30, all’incrocio di via Derna con via Benadir, dove si trovano due noti locali gay, frequentati prevalentemente da clienti bear: il Company e il King. Dall’alto di un palazzo prospiciente (in foto) c’è stato un vero e proprio lancio di oggetti contundenti e pericolosi verso persone e auto che gravitavano intorno agli ingressi dei due disco-pub: bottiglie e bicchieri di vetro, sassi, bottiglie di plastica piene d’acqua, addirittura mele e rotoli di carta igienica, uniti a insulti con parole e gesti.

Avvisati dai clienti, i proprietari del Company hanno così chiamato la polizia. Sembra che al suo arrivo, un oggetto abbia colpito anche la macchina della volante. Gli agenti sono prontamente intervenuti, entrando nel palazzo e identificando l’appartamento dal quale provenivano gli oggetti, lanciati da un piccolo balcone affacciato sulla via Benadir. Sono stati così fermati e identificati gli autori del gesto: tre ragazzi, di origine straniera. Uno dei proprietari del Company, Claudio, colpito di striscio alla caviglia da un vetro, ha deciso di sporgere denuncia.

di Francesco Belais

Ti suggeriamo anche  Omofobia, il leghista Alessandro Pagano contrario alla legge: 'no ai reati di opinione'