La BBC incorona Alan Turing ‘più grande icona del XX secolo’

‘Sconfitti’ volti celebri come David Bowie, Ernest Shackleton, Martin Luther King, Muhammad Ali, Nelson Mandela e Pablo Picasso.

Genio britannico, considerato uno dei padri dell’informatica e tra i più grandi matematici del XX secolo, Alan Turing contribuì in maniera determinante alla sconfitta della Germania nazista grazie alla sua invenzione Enigma, eppure morì suicida a soli 41 anni, in seguito alle persecuzioni subite da parte delle autorità britanniche a causa della sua omosessualità.

Arrestato nel 1952 e condannato perché gay, venne costretto a scegliere tra una pena a due anni di carcere o la castrazione chimica mediante assunzione di estrogeni. Optò per la seconda opzione, pur di non finire in galera, ma l’umiliazione subita fu lo condusse al suicidio, il 7 giugno 1954, ingerendo una mela avvelenata. Ottenuta la grazia postuma da parte della regina Elisabetta II solo nel 2013, Turing è stato definito il personaggio più rappresentativo del XX secolo da un sondaggio BBC. ‘Sconfitti’ volti celebri e importanti come David Bowie, Ernest Shackleton, Martin Luther King, Muhammad Ali, Nelson Mandela e Pablo Picasso.

Chris Packham, presentatore, ha applaudito il ‘genio’ di Turing, definito senza mezzi termini ”un salvatore”, ma anche un ”autistico e un omosessuale, da tutti noi tradito, a tal punto da portarlo al suicidio. Una vergogna, un tatuaggio implacabile sulla coscienza dell’umanità”.

Packham ha ricordato come tutti gli scienziati di oggi siano ”armati dell’eredità di Alan Turing”, per poi chiedere al pubblico presente di accendere i propri smartphone. ”In ognuna delle vostre mani, c’è un po’ di Alan Turing. È con noi quando ci svegliamo, è con noi quando andiamo a letto la sera, ed è con noi quando parliamo con i nostri cari. È bello, no? Vedete, l’eredità di Alan Turing non è passata. Non è una reliquia del 20° secolo. Il dono che ci ha fatto è il nostro futuro”.

Tra pochi mesi si saprà se il volto di Turing, in corsa insieme a tanti altri eccellenti nomi britannici, comparirà sulla nuova banconota da 50 sterline. Per la ‘più grande icona del XX secolo’, sarebbe il minimo.

Ti suggeriamo anche  5 motivi per cui Judy Garland è un'icona gay