LE FESTE DEL PRIDE A BERLINO

di

Il 28 giugno a Berlino si tiene la 25esima edizione del "Christopher Street Day", dal nome della strada dello Stonewall. Ed è occasione di party per tutti i...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1202 0

Programma: inizio alle 12 sulla Ku’damm, angolo Knesebeckstrasse. Dalle 9,30 non si circola più in auto.
Il percorso: dalla Ku’damm si passa dalla Wittenbergplatz, Nollendorfplatz, Potsdamer Platz e alla Strasse des 17 Juni. (arrivo previsto per le 17)
La copertura mediatica: il canale RBB trsametterà dalle 12,30 tre ore di parata.
La festa in strada: inizia alle 17 attorno alla Siegessaule (la colonna della vittoria)
Premi: i premi al coraggio civile verranno dati a personaggi che si sono contraddistinti per la difesa dei diritti degli omosessuali. Quest’anno i premiati saranno:
Joachim Mueller: per il suo impegno nella ricerca delle persecuzioni naziste della minoranza omosessuale;
Alice Schwarzer: alla carriera;
Friedrich-Ebert-Oberschule: per il suo lavoro di ricerca contro le discriminazioni;
Tutte le info su internet: www.csd-berlin.de
Perché questo nome
La Christopher street parade si chiama cosi’ per un fatto avvenuto a New York nel 1969. La legge vietava di vendere alcolici agli omosessuali. Un uomo non poteva ballare con un altro uomo. Ognuno doveva indossare abiti che ne qualificassero il sesso. Ma c’era un locale dove queste regole non venivano rispettate. Si chiama Stonwall Inn e la sua clientela era composta da gay, lesbiche, travestiti e transgender. Il bar non aveva il permesso di vendere alcolici ed era da tempo sotto il controllo delle forze dell’ordine. Le operazioni di intimidazione erano all’ordine del giorno. La polizia generalmente faceva dei controlli e chiudeva i ritrovi gay utilizzando una brutalità e una violenza assolutamente inutili. Pochi agenti erano sufficienti per bloccare centinaia di persone colpevoli solo di avere dei costumi sessuali non condivisi dalle autorità. Le operazioni dei poliziotti non incontravano resistenza sino al 27 giugno 1969 quando alle nuove provocazioni della polizia qualcuno allo Stonewall reagi’. Prima inizio’ a volare una bottiglia, poi pugni e schiaffi fino a quando oltre 500 persone incazzate per essere continuamente trattate da feccia senza aver commesso nulla di male reagirono. Il risultato: le forze dell’ordine fecero intervenire i reparti speciali per sedare la resistenza. Il bollettino allora parlo’ di 13 poliziotti feriti e di una decina di arresti. Il giorno seguente, contravvenendo a una ordinanza il bar riapri’. Di nuovo gli agenti vennero a provocare e fu di nuovo bagarra. Altre 4 le persone arrestate, ma il ghiaccio era rotto e la comunità gay aveva oramai conquistato le pagine dei giornali. Oltre agli articoli che demonizzavano queste persone che andavano contro natura cominciarono a essere pubblicati alcuni articoli che si interrogavano sul comportamento dell’America puritana. Un’onda lunga che spinse, nel 1971, il regista tedesco Rosa von Praunheim a girare il film “Nicht der Homosexuelle ist pervers, sondern die Situation in der er lebt” (non è l’omosessuale ad essere perverso, ma la situazione in cui vive). Oggi, a 34 anni da quella notte, in tutto il mondo si celebra l’atto di quelli che decisero con coraggio di tirare fuori la testa dalla sabbia e reagire a una ingiustizia. Berlino ricorda quella data con una lunga serie di feste. Eccole:
^SParties:^s
Venerdi’ 27
Die weisse Rose
(dalle 19 Martin-Luther Strasse, 77 -Schoeneberg)
Concerto sax di Marion Schwan e discoteca dalle 23;
Pfefferberg
(dalle 23 Schoenhauser Allee, 176 – Mitte)
ingresso da 13 a 15 euro
musica e nuovi ritmi con i dj Phaser, Code, Teenz Candy box e tanti altri;
Metropol
(dalle 22 Nollendorfplatz, 5 – Schoeneberg)
Spettacoli dal vivo e musica con i dj Vincent Vega, Boris e da Parigi Gogos
Uppsala
(dalle 23 Wienerstrasse, 20 – Kreuzberg)
Il tema della festa è CSD Ost – Warsawa Budapest)
Ritmi orientali e nuove tendenze trance in una delle feste da non perdere
Sabato 28-6
Stillwerk
(dalle 10 alle 12,30 Kantstrasse 17 – Charlottenburg)
Wupparty un party per riscaldarsi in attesa della notte che viene o un after hour dopo un venerdi’ insonne, scegliete voi.
Schwuz, aha e Schwules Museum
(dalle 19 Mehringdamm, 61 Kreuzberg)
Ingresso libero fino alle 22. Fino alle 24 4 euro, dopo 6 euro.
Una cosa che in Italia è ancora lungi da venire. Il museo di storia omosessuale organizza una chill out lounge dove rilassarsi prima della festa al ritmo di house e disco vera e propria che inizia allo Schwuz dalle 22 in poi.
Traenenpalast
(dalle 19 Reichstagsufer, 17, Mitte)
“Lesbenplanet”. Anche per chi non capisce il tedesco il titolo è abbastanza chiaro. Le piu’ belle ballerine della città e la stripper Billi Lime. Ai piatti le dj Andrea, Cul de Paris, Ipek e Kenna Dee
Sternradio
(dalle 21, Alexanderplatz, 5 Mitte)
Ingresso 8 euro. Maschietti ammessi solo se invitati da una donna.
Chicks on CSD. Festa lesbo con le migliori resident dj del locale ZOE, Tama Sumo e Klemann faranno ballare al ritmo di elettronica, house e successi degli anni 80.
GMF e Kino International
(dalle 23, GMF nel Kafe Moskau, Karl-Marx-Allee, 34 a fianco al kino International – Mitte)
Probabilmente una delle feste piu’ in del CSD quest’anno. Con un solo biglietto accesso a tutti i piani del locale con musica che va dall’elettronica, al jazz. Dancefloor e grandi aree open air. Da non perdere.
SO 36
(dalle 21 Oraniestrasse, 190 – Kreuzberg)
CSC Party festa e discoteca con dj di fama nazionale come Gerd, Khandan, Marro e Dana.
Polar.tv
(dalle 22 Heidestrasse, 73, Tiergarten)
Ingresso 12 euro
videoanimazioni, cortometraggi, terrazza bar con Linda Pearl e vari djs. Si potrà anche assistere ad uno spettacolo imperdibile dal titolo “Studio-54-Show” con gloria Viagra, polla Disaster e Nina Queer.
Postbahnhof
(dalle 22 Ostbahnhof, Mitte)
ingresso 22 euro
Un po’ caro per Berlino è vero, ma ne vale la pena. Si tratta della vecchia stazione ferroviaria della Berlino est che è stata trasformata in un locale. Il titolo della festa è “Obananas”. Un megaparty con sei zone differenti.
Oxymoron
(dalle 23 Rosenthalerstrasse 40-41 Mitte)
ingresso 8 euro
Per palati forti. Ritmi palpitanti a house molto dura con deephouse, techouse e trance. Per andarci questi generi musicali bisogna davvero amarli.
Sage Club
(dalle 23 Bueckenstr/Kopenickerstrasse, 78 – Mitte)
Sounds of Sage. Le leggende dell’house in una notte che ripercorre le trasformazioni di questa musica cosi’ amata in Germania.

Leggi   Vicenza Pride 2019: patrocinio possibile per il Comune ma FdI è contrario

di Peter Blazan

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...