Le proposte di Arcigay Roma ai candidati

L’associazione promette di sostenere i candidati che aderiranno ad un elenco in cinque punti. Fra gli altri, la lotta alle discriminazioni e il sostegno alle coppie di fatto.

"Sostegno alle coppie di fatto, per rafforzare e incrementare i servizi e le opportunità offerte a tutte le forme familiari, ricerche sul fenomeno dell’omofobia e della transfobia, lotta alle discriminazioni con servizi sociali e campagne in tutto il territorio regionale, riconoscimento delle iniziative culturali e di aggregazione, maggiore attenzione nel campo della salute per la prevenzione della malattie a trasmissione sessuale. Sono gli impegni richiesti da Arcigay Roma e ArciLesbica Roma ai candidati presidente e consiglieri alle elezioni regionali del Lazio".

È quanto si legge in una nota delle due associazioni. "Ci impegniamo a sostenere – afferma il presidente di Arcigay Roma, Fabrizio Marrazzoesclusivamente i candidati alla carica di presidente e consigliere che sottoscriveranno integralmente la nostra piattaforma programmatica, inserendola nel proprio programma di governo per i prossimi cinque anni. Abbiamo bisogno di una classe dirigente che affermi l’uguaglianza di tutti i cittadini: per questo invitiamo le persone lesbiche, gay e trans a guardare ai propri concreti diritti".

All’appello ha già risposto Sergio Rovasio, candidato della Lista Bonino-Pannella ("Sottoscrivo pienamente la piattaforma di Arcigay Roma" anche perché "le proposte sono le stesse contenute nel programma politico della Lista Bonino Pannella per il Lazio"); Luigi Nieri, assessore al Bilancio della Regione Lazio ed esponente di Sinistra Ecologia Libertà ("”Sottoscrivo in pieno e convintamente l’appello lanciato oggi dall’Arcigay Roma, impegnandomi a raggiungere gli obiettivi da questo prefissati, in linea con il lavoro e le battaglie che ho sostenuto in questi anni"); Enzo Foschi, candidato per il Pd ("la piattaforma proposta dall’Arcigay, è una buona base di partenza per dare il via a una nuova stagione di cambiamento perché, citando uno degli slogan della mia campagna elettorale, nella quale ho voluto inserire, non a caso, anche una coppia omosessuale, ‘vivere insieme è un fatto’); Carlo Lucherini, segretario provinciale del Pd di Roma ("Mi sento di condividere in pieno la piattaforma proposta da Arcigay. Occorre sostenere i principi di uguaglianza e assicurare diritti civili a tutti i cittadini, lottare contro le discriminazioni e sostenere le coppie di fatto"). 

Ti suggeriamo anche  Roma Pride 2018 diventa 'Brigata Arcobaleno, la Liberazione continua'