L’epic fail di Marina Terragni e la foto falsa del Pride di Roma: all’apice del grottesco

La “femminista radicale” spaccia una foto di Parigi per il Pride di Roma. L’arrampicata sugli specchi è da record.

C’è qualcosa a cui gli omofobi non sanno resistere? Sì lanciare fango sul Pride. Anche a costo di diffondere falsità, ovviamente.


Marina Terragni
è una delle voci più note (e più aggressive) del femminismo radicale, quella frangia del movimento delle donne ostile a gestazione per altri, sex working, donne trans e tendenzialmente uomini in genere, che ha egemonizzato Arcilesbica, causandone l’implosione.

Non di rado però la nostra ci regala intemerate sulla morale sessuale all’insegna della sempreverde “fatelo a casa vostra”. Così vittima della sua ira cade il Roma Pride, dove a suo dire ci sono “uomini seminudi a quattro zampe e portati al guinzaglio” e questo non va bene.

Premesso che il Pride rivendica proprio la legittimità e l’esistenza di coloro che amano in modi che discordanti dalla maggioranza e che per questo sono o sono stati censurati o perseguiti e quindi non c’è nulla di male se a qualcuno piace impersonare un “puppy”, Terragni per dimostrarci il grave degrado a cui è costretta la Capitale posta una foto di due uomini, con indosso un harness, a chiappe al vento e una bandiera rainbow. Anche non proprio in forma (perché si sa, la bruttezza aiuta a non solidarizzare).

Peccato però che lo scatto sia di Parigi e sia del 2011. E sia sempre la solita foto che ricorre quando qualcuno vuole condividere il suo nobile e illuminante pensiero di “Io non sono omofobo, ma i pride…”. Non ci vuole molto perché qualcuno lo faccia notare a Terragni e gli sberleffi superino i commenti dei suoi seguaci.

Ti suggeriamo anche  Tuo, Simon bandito dai cinema indiani

Il seguito del post è una memorabile arrampicata sugli specchi in cui: l’errore di attribuzione della foto improvvisamente non è importante perché conta quello che fanno ed è sbagliato e non va bene al Pride. Prima perché sarebbe immorale, poi perché sarebbe “una perversione solo maschile” (aridaje con gli uomini), poi perché ci sono dei bambini. Infine il problema è che sono brutti o forse che la foto non è così falsa. Epic Fail Marina Terragni.