Liguria Pride 2019, nasce il Pride Village per 8 giorni di eventi LGBT

Da Malika Ayane al teatro, passando per mostre, libri e quant’altro. E’ il primo Liguria Pride Village, da sabato 8 al 15 giugno, a Genova.

Una settimana di eventi per accompagnare la marcia dei 50 anni di Stonewall. Il Liguria Pride 2019, che si terrà a Genova sabato 15 giugno, dalle ore 15 in via san Benedetto, a un passo dalla Stazione Principe, sarà accompagnato da un vero e proprio Liguria Pride Village, da sabato 8 al 15 giugno, nei Giardini Luzzati, nel cuore della città.

Otto giorni di musica, arte, teatro, condivisione e socialità, per celebrare fierezza e visibilità dei corpi e delle soggettività LGBT+. Ad organizzare il primo Village ligure il Coordinamento Liguria Rainbow, rete di associazioni che da cinque anni ha riportato la Parata del Pride a Genova. 67 gli appuntamenti in calendario, dall’8 al 16 giugno, tra musica, arte, teatro, workshop, laboratori kids e sport

L’apertura del Village coinciderà con l’inaugurazione delle mostre OMO-ART e OMO-STORY: un progetto culturale sull’identità LGBT+ a Genova per valorizzare le ‘presenze omosessuali’ nell’arte e nella storia genovese e ligure. OMO-ART è un format originale e innovativo: un museo on-line e un catalogo cartaceo pensati per accompagnarci in una visita inconsueta e sorprendente nei musei e nei palazzi genovesi, e farci guardare con ‘occhi nuovi’ alcune delle opere esposte, scoprendone la storia e il carattere omoerotico. Le opere selezionate per questa prima edizione sono venti e comprendono, fra gli altri, i nomi di: Guido Reni, Pierre Puget, Perin del Vaga, Salvator Rosa, Antonio Maria Morera, Bernardo Castello, Gino Grimaldi, Giulio Monteverde, Alimondo Ciampi e molti altri. OMO-STORY è invece una mostra di ritratti, commissionati a disegnatori/trici, di personagge e personaggi la cui vita è legata in modi differenti al nostro territorio e alla comunità LGBTI: un modo particolare di conoscere questi soggetti attraverso gli occhi di chi li ha disegnati, in uno scambio di sguardi che ci induce a rispecchiare noi stessi. Sono previste visite guidate.

Ti suggeriamo anche  Onda Pride 2018, un milione di persone in piazza nel mese di giugno (e non è finita qui)

Sabato 8 giugno, Torneo RAINBOW VOLLEY MISTO. Primo fischio d’inizio ore 09:30: una delle quattro proposte, assieme al calcetto, alla cirulla e al calciobalella, per giocare insieme e divertirsi con fair play.

Mercoledì 12, Porpora Marcasciano presenterà il suo libro “L’AURORA DELLE TRANS CATTIVE”, con la giornalista Silvia Neonato e con la partecipazione di esponenti delle associazioni GenovaGaya, Princesa, Rainbow Pangender Pansessuale Genova – Liguria Gaynet.

Tutti i giorni attorno alle ore 20,30 la postazione QUEER Corner Live, trasmessa in streaming sulle varie pagine social, intratterrà con ospiti e chiacchiere. Si tratta di un appuntamento voluto e promosso dal Teatro della Tosse all’interno del Village e condotto da Cristina Cavalli e Dario Polmonari (già animatori del Festival di Cultura LGBT+) che accoglieranno su un comodo divano en plein aire alcune personalità della cultura e dello spettacolo come Irene Serini, Luisa Stagi, Francesco Pivetta, Carlo Gabardini ed altri. Un po’ Cathrine Spaak. Un po’ Serena Dandini

Giovedì 13 è il momento di Silvia la Monaca in BUGIARDINO DI “PRONTO, GESÙ?”, debutto del nuovo show dell’attrice e autrice di alcuni spettacoli di stand-up comedy, nota al pubblico per i suoi video virali.

Venerdì 14 lettura scenica di “8” di DUSTIN LANCE BLACK dove un mix di persone comuni e alcuni attori professionisti leggeranno gli argomenti giuridici e le testimonianze nel processo Perry v. Schwarzenegger, che ha dichiarato la Proposition 8 della California, diretto da Cristina Cavalli, e a seguire serata di grande Musica con MALIKA AYANE.

Ti suggeriamo anche  Pride Warriors, a Vicenza una mostra fotografica sui militari LGBT della città

Sabato 15, la Liguria Pride Parade partirà da via San Benedetto: alle ore 15 concentramento e in serata tre feste diverse per tutti i generi di pubblico.