Lila: no all’uso “elettorale” dell’Aids

di

La LILA, Lega Italiana per la lotta contro l’AIDS, denuncia l’utilizzo caricaturale dell’AIDS nella campagna elettorale di Forza Italia a Pescara.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
857 0

TORINO – La LILA, Lega Italiana per la lotta contro l’AIDS, denuncia l’utilizzo caricaturale dell’AIDS nella campagna elettorale di Forza Italia a Pescara.
“Azzurro donna” di Pescara, settore femminile di Forza Italia, regala ai giovani come gadget per fare campagna elettorale una scatoletta con preservativo su cui c’è scritto “NO ai DS – DIFENDITI”, con “NO” e “DS” ben evidenti.
La LILA denuncia con forza questo «utilizzo caricaturale di una malattia che nulla ha di divertente. Nessuno può permettersi di svalutare o dileggiare un simile problema, soprattutto un partito che nulla fa concretamente per combattere e prevenire l’AIDS».
«Non importa – affermano ancora dalla LILA – se il gruppo consigliare della Regione Abruzzo condanna l’iniziativa pescarese, dovrebbe invece esprimersi sulle politiche attuate dal suo governo in questo ambito: riduzione della spesa sanitaria, informazione ipocrita e distorta nelle scuole, iniziative moralistiche per la prostituzione, soffocamento del diritto alla salute per i detenuti sieropositivi».

Leggi   HIV e AIDS: quanto ne sai?
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...