Linfa: “Voteremo chi si impegna per le unioni civili”

Alcuni politici hanno già annunciato la loro presenza. Onguno di loro ‘adotterà’ simbolicamente una coppia di fatto firmando un documento. L’associazione chiede l’adesione anche dei candidati premier.

Manca una settimana alla manifestazione "Un politico per due" che la Linfa (lega italiana nuove famiglie) terrà sabato 23 febbraio a Roma presso la sala delle conferenze di Piazza di Montecitorio. Alcuni segretari di partito hanno gia annunciato la loro presenza come Alfonso Pecoraro Scanio (presidente dei Verdi) , Cesare Salvi (per sinistra democratica), Franco Giordano (segretario di Rc) e Rita Bernardini (segretaria dei Radicali). I parlamentari che hanno gia annunciato la loro partecipazione sono Angelo Bonelli, Roberto Villetti, Gennaro Migliore, Pino Sgobio, Titti Di Salvo oltre a Vladimir Luxuria, Giampaolo Silvestri, Franco Grillini e Titti De Simone.

Tante coppie si sono date appuntamento da ogni parte d’Italia per chiedere un impegno firmato da ogni politico per le unioni civili per la prossima legislatura. Ogni segretario di partito e parlamentare, infatti, consegnerà alla coppia che "adotterà" una pergamena come simbolo dell’impegno scritto e firmato. "Come sempre non faremo sconti a nessuno e chi non sarà presente verrà considerato contro le unioni civili– dice Alessandro Zan, presidente di Linfa e consigliere comunale di Padova -. Nonostante siamo consapevoli dei numerosi impegni in campagna elettorale, attendiamo la presenza dei candidati premier come Bertinotti, Veltroni e Berlusconi. Chi sarà presente avrà l’appoggio delle coppie di fatto italiane".

LEGGI ANCHE

Storie

Elezioni, Adinolfi prende lo 0,66% ed esulta: “È solo l’inizio”

Il leader del Popolo della Famiglia, rimasto fuori dal Parlamento, festeggia comunque l'esito elettorale.

di Gianluca Pellizzoni | 6 Marzo 2018

Speciale

Elezioni, the day after: che fine ha fatto l’Italia dei...

Quali sono gli scenari per la comunità LGBT dopo l'esito delle elezioni politiche.

di Gianluca Pellizzoni | 5 Marzo 2018

Storie

Potere al Popolo: non solo diritti per gay e lesbiche

Cosa c'è nel programma di Potere al Popolo che parla di persone LGBTQI? Tutto, sembrerebbe. L'approccio alla politica di PaP...

di Davide Bombini | 5 Febbraio 2018