Lite tra gay blocca l’aeroporto di Heathrow per un’ora

di

Non si sa ancora quale sia la ragione della lite, ma un uomo trentenne ha telefonato alla polizia denunciando che il suo partner di 72 stava per far...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
1374 0

Una coppia gay è probabilmente la causa di un allarme bomba che ha terrorizzato l’aeroporto di Heathrow, a Londra lo scorso giovedì. Agenti armati hanno circondato un 72enne al Terminal 5 dopo che la polizia aveva ricevuto una chiamata secondo la quale l’uomo aveva una bomba ed aveva "programmato di far esplodere qualcosa".A riportare la notizia è l’Evening Standard secondo le cui fonti "questo genere di minacce vanno sempre considerate molto seriamente e vanno prese tutte le precauzioni. Una volta che l’uomo è stato fermato e perquisito, è stato velocemente rilasciato".

Il quotidiano, poi, riporta: "Qualcuno ha fornito il nome dell’uomo dicendo che aveva una bomba nel bagaglio, pronto a fare esplodere qualcosa, senza specificare cosa".

Venerdì, un uomo sulla trentina è stato arrestato perché sospettato di aver fatto la chiamata che poi si è rivelata essere una bufala. A quanto pare si tratterebbe del compagno, unito con civil partnership, dell’uomo fermato in aeroporto. 

La chiamata ha dato vita ad un’azione della polizia civile e di quella aeroportuale che hanno fatto di tutto per fermare l’uomo prima che salisse su un treno alla stazione di Oxford, ma non sono riusciti a rintracciarlo prima del suo arrivo ad Heathrow.

Parte dell’edificio è stato evacuato e il terminal è stato chiuso per più di un’ora intorno all’ora di pranzo, finché l’uomo non è stato rintracciato e bloccato prima che entrasse nel gate.

Il trentenne è stato accusato di procurato allarme e di aver fatto perdere tempo alla polizia inutilmente.

Non è ancora chiaro quale sia il motivo che lo ha spinto a far sospettare il suo compagno di terrorismo.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...