Lo Giudice: Ratzinger sbaglia sulle unioni gay

“Il riconoscimento giuridico delle relazioni d’amore omosessuali o eterosessuali, fa bene alla famiglia e alla società”.

BOLOGNA – “Il riconoscimento giuridico delle relazioni d’amore omosessuali o eterosessuali, fa bene alla famiglia e alla società”. Così il presidente nazionale di Arcigay, Sergio Lo Giudice, replica alle parole del cardinale Joseph Ratzinger che, in un’intervista apparsa oggi su Repubblica torna ad attaccare il Patto civile di solidarietà (Pacs) e la scelta dei matrimoni gay come “distruttiva per la famiglia e la società”.

“La Spagna di Zapatero, come la gran parte dei Paesi europei – continua Lo Giudice – hanno capito che l’inarrestabile esigenza di costruire relazioni d’amore, convivenze familiari, progetti comuni che è posta con forza dalle persone gay e lesbiche non rappresenta una minaccia sociale ma l’esatto contrario: un formidabile contributo alla costruzione di una solida trama di relazioni sociali da parte di una comunità condannata da secoli all’atomizzazione sociale e all’isolamento.

“Non stupisce che il capo dell’ex Sant’Uffizio riproponga una posizione di totale chiusura al riconoscimento normativo delle relazioni di convivenza e di amore fra gay e fra lesbiche, nonostante nel corpo della Chiesa cattolica trovino spazio posizioni assai più articolate”.