Londra: omicidio gay, cresce paura tra omosessuali

La polizia sta interrogando una dozzina di testimoni che nella notte di sabato hanno assistito all’omicidio di Jody Dobrowski, vittima di un attacco omofobico.

LONDRA – La polizia sta interrogando una dozzina di testimoni che nella notte di sabato hanno assistito all’omicidio di Jody Dobrowski, vittima di un attacco omofobico da parte di uno sconosciuto in un parco di Londra a Clapham Common, quartiere a sud della capitale britannica.

L’assalto a Dobrowski, 24 anni, è solo l’ultimo di una serie di violenze subite negli ultimi tempi dalla comunità gay londinese. Secondo i dati presentati dalla polizia, nella sola zona di Lambeth, non distante da Clapham Common, nell’ultimo anno si sono verificati 140 attacchi a sfondo omofobico, 30 dei quali nel solo mese di agosto. L’autopsia di Dobrowski, assalito appena uscito da casa di un amico, ha evidenziato che il decesso è avvenuto in seguito a gravi traumi riportati alla testa, al collo e al volto.

Un’associazione per i diritti degli omosessuali, OutRage, ha criticato le forze dell’ordine per aver ritardato l’ufficializzazione della notizia, esponendo gli omosessuali della zona a possibili nuovi attacchi.

“La polizia ha atteso un’intera giornata prima di rendere pubblica l’omicidio di Dobrowski – ha dichiarato il portavoce del gruppo, Peter Tatchell -, nonostante non fosse il primo attacco di quel tipo e, con ogni probabilità, non sarà l’ultimo. Questi assassini avrebbero potuto colpire ancora”.