Londra: violenza contro una coppia gay, arrestati due adolescenti

Violentemente aggrediti fuori da una festa, la polizia arresta due sedicenni.

La polizia di Londra ha arrestato due persone ritenute trai colpevoli di una grave aggressione avvenuta venerdì scorso ai danni di una giovane coppia gay, a Whitechapel, nella zona est di Londra.

Quella sera, Walter Adrian, 23 anni, e il suo fidanzato erano appena usciti da casa di un amico dove avevano partecipato ad una festa. Davanti alla filiale di una banca, i due sono stati avvicinati da un gruppo di sette persone, sembra tutti adolescenti. Adrian, che è un giornalista, ha raccontato alla stampa londinese: “Non ci stavamo neanche tenendo per mano o baciando o facendo niente, ma tutto quello che dicevano si basava sul fatto che fossimo gay”. “Uno di loro ha detto ‘fottuti gay’ – ha continuato Adrian -. A quel punto abbiamo cercato di andarcene e il mio ha cercato di spingerne via uno, ma la cosa è diventata fisica. Lo hanno colpito e a quel punto in sei o sette ci sono finiti addosso, stringendoci in un angolo”.

“Ci dicevano cose come ‘questa è la nostra strada, andatevne via’ – ha detto ancora Andrian – solo perché pensavano che fossimo gay. Succede spesso in questa zona della città”.

Alla fine dell’aggressione, Adrian è rimasto privo di conoscenza al suolo e il suo compagno si è ritrovato pieno di escoriazioni. Per non parlare del danno psicologico: Adrian e il suo compagno adesso sono terrorizzati all’idea di tornare in quella zona della città dove un episodio del genere potrebbe verificarsi nuovamente e andare addorittura peggio.

Ti suggeriamo anche  Politiche gay-friendly rendono i Paesi più aperti: parola dell'European Social Survey

Adesso la polizia ha arrestato due ragazzi di 16 anni, che farebbero parte della gang che ha aggredito la coppia. In un comunicato stampa, gli stessi investigatori hanno classificato l’aggressione come omofoba.