Lotta all’omofobia: iniziative a Sassari

di

Il MOS di Sassari organizza due giorni di incontri e dibattiti per sviluppare una cultura di rispetto delle diversità.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
777 0

Il Movimento Omosessuale Sardo di Sassari organizza una serie di interventi a favore di una cultura del rispetto delle diversità e delle pluralità.

«Ci preoccupano non solo le "sparate" razziste e isteriche dei nuovi dirigenti destristi – comunicano dalla dirigenza del M.O.S. – o il continuo proliferare di gruppi fondamentalisti cattolici, e nemmeno le sempre più frequenti aggressioni violente dei gruppi neonazisti come Forza Nuova, ma soprattutto il sempre più diffuso senso comune di intolleranza e rifiuto della diversità».

Le preoccupazioni del Mos si rifanno anche ai fatti avvenuti a Verona alcuni giorni prima delle elezioni, quando alcuni attivisti gay che erano davanti un banchetto di sostegno del candidato omosessuale Roberto Aere, sono stati aggrediti e picchiati da un gruppoo di naziskin.

Purtroppo gli atti intimidatori di Verona non sono rimasti isolati: anche altri circoli gay hanno, infatti ricevuto volantini minatori nei gironi scorsi. Il Gruppo di Liberazione Omosessuale di Padova ha ricevuto lettere di minacce. Lo comunica l’esponente del GLO Claudio Lo Bosco, che invita tutti coloro che si sentono offesi da frasi e azioni omofobe e violente, a partecipare alla manifestazione del 9 giugno a Verona.

Anche il circolo Mario Mieli comunica di aver ricevuto oggi un volantino che recita: "No al gay Pride si alla famiglia: Lo scorso anno avete dissacrato Roma con la vostra oscena carnevalata. Credete di fare la stessa cosa a Verona? Cosa credete di fare, insultando e sbandierando i vostri squallidi e degenerati gusti sessuali contro natura verso una città ricca di valori morali e tradizionali?Non lo permetteremo! Il 9 giugno state a casa vi conviene!!! L’Italia ha bisogno di bambini non di finocchi. Supremazia Fascista."

L’ iniziativa di Sassari, che vuole rispondere a queste intimidazioni, e a cui hanno aderito alcune organizzazioni locali, si svilupperà in due giornate di incontri, riflessioni e dibattiti sui diritti delle minoranze.

Il programma:

Mercoledì 30 Maggio, ore 20:00, circolo Borderline, via Rockfeller 16/c: assemblea aperta per tutti i gruppi e singoli/e interessati a partecipare alla manifestazione o ad una adesione politica

Venerdì 1 Giugno, ore 18:00, piazza Castello, Sassari: banchetto informativo sulla manifestazione di Verona del MOS e delle associazioni che aderiscono; ore 22:00, circ. Borderline: "Multiethnic and multisexual party", dj Davide Merlini. Festa raccolta fondi per la partecipazione alla manifestazione.

Per informazioni o per partecipare dalla Sardegna: tel. 079219024 20 e-mail arciborderline@tiscalinet.it o movimento.omosessual@tiscalinet.it

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Leggi   Pro Vita, la Sindaca Raggi fa sparire gli osceni manifesti omofobi: 'offendono tutti i cittadini'
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...