Luca De Marchi, Casa Pound espelle il consigliere che vuole partecipare al Mantova Pride

Casa Pound ha espulso il consigliere comunale Luca De Marchi, colpevole di voler partecipare al Mantova Pride.

Quest’oggi Mantova scenderà in piazza per l’atteso Pride cittadino, patrocinato dalla giunta di centrosinistra e con un partecipante inatteso.

Luca De Marchi, consigliere comunale di Casa Pound eletto nel 2015 con la lista civica “De Marchi per Mantova“. De Marchi ha infatti annunciato la propria partecipazione al Pride, a titolo personale, scatenando l’ira del partito di estrema destra.

De Marchi predilige ancora una volta la ricerca di visibilità personale alla condivisione di intenti con una comunità politica che da sempre è esteticamente e politicamente distante da certe manifestazioni: per questo non ci sono le condizioni perché il consigliere De Marchi possa proseguire la propria attività politica sotto il simbolo del nostro movimento“.

Espulso, di fatto, dal partito omofobo. Giorni fa De Marchi, che è stato anche candidato alle recenti elezioni nazionali alla Camera dei Deputati, aveva così motivato la propria presenza al Pride: “Parteciperò per senso civico e per difendere le libertà di tutti, ma la libertà di manifestare, vivere la propria sessualità liberamente o le rivendicazioni di nuovi e futuri diritti alle coppie omosessuali, non hanno nulla a che vedere con la concessione di un patrocinio, come quello che ha inspiegabilmente concesso, la giunta Palazzi“.

 

Ti suggeriamo anche  Gerusalemme, un pride da record: oltre 30.000 persone in strada