Lucca Comics & Games 2018, incontro sull’inclusione LGBT con “Orgia Ludica: Nessun* Esclus*”

di

Anche Immanuel Casto tra gli ospiti di “Orgia Ludica: Nessun* Esclus*”, incontro che si terrà domenica 4 novembre al Lucca Comics & Games.

CONDIVIDI
15 Condivisioni Facebook 15 Twitter Google WhatsApp
1227 0

Manca ormai meno di una settimana al Lucca Comics & Games 2018, quest’anno anche a tematica LGBT grazie ad un incontro che si terrà domenica 4 novembre alle ore 11.00 nella sala The Bit District, all’interno della sede storica della Zecca di Lucca in piazzale San Donato.

“Orgia Ludica: Nessun* Esclus*”, il nome dato all’evento, che proverà a rispondere a questo quesito: “L’universo ludico ha fatto grandi passi verso una maggiore inclusione delle minoranze… E in Italia?”. Gli ospiti, assai conosciuti nell’ambiente geek & nerd, spiegheranno come riuscire a veicolare all’interno dell’esperienza ludica un’ottica che abbracci con rispetto la comunità LGBT e femminista.

Saranno presenti Stefano Burchi, che sta realizzando un gioco di ruolo di ambientazione storica chiamato “Stonewall 1969 – una storia di guerra”, che si rifà ai moti di Stonewall e alle successive conquiste dei diritti della comunità LGBTQI+. Probabilmente uscirà l’anno prossimo, a celebrare il 50esimo anniversario dello stesso evento.

Immancabile anche Immanuel Casto, che all’interno dei giochi ha sempre trattato l’elemento sessualità e pornografia in modo esplicito o con ironia. Spazio poi a Luca de Santis, blogger del sito geekqueer.com ma anche sceneggiatore di fumetti premiati come “In Italia siamo tutti maschi”. Il suo blog fornisce uno sguardo sulla cultura del videogaming legato agli aspetti sociali sulle discriminazioni in chiave pop.

Ci saranno Michele Gelli e Giacomo Guccinelli, artista che ha operato nel mondo dell’educazione visiva alle differenze e art-director del progetto videoludico Pride-Run”, dove è possibile rievocare le più celebri parate Pride mondiali. Poi Pietro Guermandi, referente del gruppo La Gilda di Bologna, che si occupa di proporre attività ludiche al Cassero a Bologna. E infine Claudia Pandolfi, referente per il gruppo Donne, Dadi & Dati, autori di un questionario che ha raccolto da aprile 4000 risposte sulla considerazione della diversità nei giochi di ruolo. Questi dati verranno direttamente esposti in anteprima durante l’incontro.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...