Luna di miele gratis per i primi sposi gay

L’assessore al turismo di Città del Messico ha annunciato che relagerà il viaggio di nozze alla prima coppia gay argentina che si sposerà grazie alla nuova legge: “Un incentivo al turismo gay”.

Città del Messico regala una luna di miele nella capitale messicana alla prima coppia gay argentina che si sposerà in base alla legge appena approvata. L’offerta lanciata dall’assessorato al Turismo della città che nel 2009 varò una legge che permetteva le nozze gay, anticipando la scelta che il Parlamento argentino avrebbe approvato giovedì. Le autorità comunali finanzieranno il volo di andata e ritorno per i novelli sposi, mentre è iniziata la caccia agli sponsor per il soggiorno che, spiega l’assessore, potrà avere luogo sia a Città del Messico che a Cancun, nello Yucatan.

"Un riconoscimento alla tolleranza, ma soprattutto un incentivo al turismo ‘gay friendly’ nel Paese", ha detto l’assessore Alejandro Rojas Diaz  presentando l’iniziativa. Secondo Rojas Diaz i turisti omosessuali sono mediamente "esigenti ma anche molto rispettosi" e tendono a spendere il 47 per cento in più degli eterosessuali in vacanza. La legge della città metropolitana del Messico, il primo distretto latinoamericano ad intraprendere la strada delle nozze gay, permette anche alle coppie omosessuali l’adozione di bambini.

Ti suggeriamo anche  In Italia il matrimonio gay è vietato dalla Costituzione?