Malesia, il Premier senza vergogna: ‘non possiamo accettare l’omosessualità’

di

Un premier dichiaratamente omofobo per la Malesia. Mahathir Mohamad.

CONDIVIDI
61 Condivisioni Facebook 61 Twitter Google WhatsApp
1026 12

Mahathir Mohamad, Primo ministro della Malaysia dal maggio 2018, ha affermato che il suo Paese non potrà mai accettare l’omosessualità.

Frasi scioccanti che Mohamad, 93 anni all’anagrafe, ha riferito nel corso di un incontro con la Commissione per i diritti umani della Malaysia, conosciuta come Suhakam. Il suo Paese, essendo a maggioranza musulmana, avrebbe a suo dire ‘diversi valori’ rispetto ai paesi occidentali.

Guarda una storia
d'amore Viennese.

In Malesia è un qualcosa che non possiamo accettare, anche se è visti come diritti umani nei paesi occidentali. Mentre su alcune cose siamo d’accordo con Suhakam, dobbiamo ricordare a Suhakam che la Malesia ha un diverso sistema di valori rispetto agli occidentali“.

Mohamad ha poi affermato che una famiglia è tale solo e soltanto se composta da una coppia eterosessuale con figli. Le associazioni LGBT della Melesia, ovviamente, sono sul piede di guerra. Negli ultimi due mesi sono cresciuti gli episodi di omofobia, di fatto appoggiata dal primo ministro. Secondo la legge malaysiana il sesso tra due uomini è “contronatura”, con i trasgressori che rischiano fino a 20 anni di galera ai sensi della Sezione 377, fortunatamente recentemente smantellata in India.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...