Malta: approvato il matrimonio gay

A votare contro un solo deputato di fede cristiana.

Il Parlamento di Malta ha approvato la legge sui matrimoni gay. A votare contro un solo deputato di fede cristiana.

A votare contro è stato il deputato nazionalista Edwin Vassallo, che ha parlato di incompatibilità tra la sua fede cattolica e quella che ha chiamato una legge “moralmente inaccettabile. “Un politico cristiano non può lasciare la sua coscienza fuori dalla porta“, ha detto.

I voti a favore sono invece stati 66. La norma interviene anche sulla disciplina delle adozioni, già previste nel paese per le unioni civili omosessuali: in base alla nuova legge i termini “padre” e “madre” vengono sostituiti con “genitori”. Inoltre le coppie lesbiche che hanno figli grazie a fecondazione artificiale, sono distinte nei termini “persona che da’ alla luce” e “altro genitore”.

Altri cambiamenti lessicali riguardano anche le nozze fra eterosessuali: ogni riferimento al “nome della ragazza” è sostituito con “cognome alla nascita”, mentre adesso le coppie potranno scegliere quale cognome adottare dopo le nozze. Un uomo, ad esempio, potrà prendere il cognome della consorte.

Fonte: ANSA

Ti suggeriamo anche  Cuba, dopo l'addio dei Castro si avvicina il matrimonio egualitario
Storie

I conservatori all’attacco: inizia la lotta contro la legge sull’omofobia

La legge sull'omofobia ha iniziato il suo iter in commissione Giustizia. Un iter lungo, come per ogni legge. Ma già si annuncia battaglia.

di Alessandro Bovo