Marina Ripa di Meana: “i Gay sono tutti promiscui!”

Confessioni shock della Marchesa su adozioni, utero in affitto e diritti civili

Non c’è niente da fare: il Papa potrà pur cambiare idea ma, Marina Ripa di Meana no. Nonostante si definisca una liberale convinta, sulle tematiche LGBTQ Marina è da sempre piuttosto rigida. Ma com’è possibile che una che nella sua vita ha fatto di tutto, possa avere dei preconcetti così spiccati nei confronti di un mondo che non le ha mai voltato le spalle? Dietro a quel di tutto non si nascondono solo tredici libri, due matrimoni, un reality, un paio di film, una figlia vera e un figlio acquisito dopo venticinque anni di onorato servizio, ma anche un periodo di meretricio per comprare la droga preferita dell’ex amante Franco Angeli. E per non farsi mancare niente si è spogliata a favore degli animali, si è battuta per salvare il Pincio dalle mani dell’ex Sindaco di Roma Walter Veltroni e si è portata a letto il fidanzato della sorella Paola raccontando, il tutto, in un libro di 125 pagine.

Nella sua Roma sabato c’è stato il Family Day. E’ andata?

No, non sono andata, come non sono andata alla manifestazione del sabato prima. AlFamily Day checché se ne dica, c’è stata molta gente, segno che forse questo ddl Cirinnà non piace.

A lei piace?

Ti suggeriamo anche  Dshock: non solo nightlife ma anche arte e moda per il mondo dei club kids

Non mi piace la parte della stepchild adoption e credo che questo ddl, così com’è, non passerà.

Renzi ce la farà?

Non saprei. Credo che non sarà facile accontentare tutti e sono molto curiosa di vedere come andrà a finire.

Pensa che due persone dello stesso sesso non siano in grado di poter essere dei buoni genitori?

Perdoni il mio scetticismo, ma io sono e sarò sempre per la famiglia regolare. Già ci sono tanti problemi nelle famiglie tradizionali, figuriamoci se ci si mettono anche le famiglie gay. Facciamo tutti un passo indietro. Io dico si ai diritti civili ma un no assoluto ai matrimoni, alle adozioni, all’utero in affitto e a tutte quelle cose non naturali. Il matrimonio è un contratto. Ha visto quanti matrimoni etero falliscono?

Il suo però non è fallito..

Infatti il mio è un caso quasi unico. Anche se poi io, a dire il vero, mi sono sposata due volte e comunque, ancora oggi, non credo nel matrimonio.

Cosa c’è che non la convince di chi ricorre all’utero in affitto?

Io li trovo dei maniaci. Non si strappano i cuccioli di cane, dalle mamme, prima dei due mesi, figuriamoci dei bambini. Perché questa necessità, a tutti i costi, di mettere al mondo una creatura senza pensare alle conseguenze psicologiche che potrebbe avere un domani? In questi casi estremi arrivo a dire che è quasi meglio l’adozione.

Ti suggeriamo anche  Brescia: sul cartello luminoso del Comune il messaggio contro le famiglie arcobaleno

Nonostante i suoi disappunti, lei è molto amata dal mondo gay..

Ma io amo i gay. I gay sono i miei migliori amici, mi creda. Sono contro le loro adozioni. Si sa che gli omosessuali sono da sempre piuttosto promiscui.

Promiscui?

Si, beati loro. La promiscuità è una cosa meravigliosa, ma che non vada ad intaccare la famiglia.

Ma lei come fa a pensare che i gay siano promiscui?

Come faccio? Le ho già detto che ho più amici gay che etero. E poi non sono l’unica a pensare certe cose sul mondo gay. Legga l’intervista, di qualche tempo fa, all’amico Leopoldo Mastelloni. Non dice niente di diverso da quello che dico io.

E’ ancora dell’idea che il gay pride sia una baracconata?

Si. All’inizio era una manifestazione diversa da quella che è diventa oggi. Io ci sono stata diverse volte in passato ed oggi, invece, non ci tornerei più. Oggi è diventata una cosa così surreale.

Cosa la spinse, in passato, a partecipare?

Non volevo affatto che i gay venissero considerati una minoranza e non volevo e non voglio ancora oggi, che vivano episodi di bullismo. I gay non sono una minoranza e ancora oggi mi batto contro l’omofobia.

Nella sua vita ha fatto di tutto. C’è qualcosa che non rifarebbe?

Ti suggeriamo anche  Monica Cirinnà: "Prossime battaglie? Adozioni e matrimoni gay"

Non ci penso mai a quello che non rifarei. Sono una che va sempre avanti pensando di farne sempre una in più. Piuttosto, mi suggerisca qualcosa che ancora non ho fatto (ride, ndr).