Martina Navratilova di nuovo contro le atlete trans: ‘è una follia, un imbroglio’

L’ex campionessa di tennis torna a sferrare un durissimo attacco alle atlete e alla comunità transgender. Riesplode la polemica.

Due mesi la prima sfuriata, a cui seguirono delle scuse evidentemente fasulle, Martina Navratilova è tornata ad attaccare la comunità transgender.

La leggendaria tennista, 59 Grande Slam vinti e per 332 settimane in vetta alla classifica WTA, nonché sposa dal 2014 dell’amata Julia Lemigov, ha nuovamente puntato il dito contro le atlete trans. Direttamente dalle pagine del Sunday Times, Martina non ha avuto mezze misure, sottolineando come le atlete transgender avrebbero “ottenuto onori come donne che sono oltre le loro capacità come uomini”. “È sicuramente ingiusto per le donne che devono competere contro persone che, biologicamente, sono ancora uomini. Sono felice di rivolgermi a una donna transgender in qualsiasi forma preferisca, ma non sarei felice di competere contro di lei“.

Una pratica folle, un imbroglio”, ha concluso la Navratilova, che ha poi attaccato gli attivisti transgender che nel dicembre scorso l’avevano criticata, definendoli addirittura ‘tiranni’ che “denunciano chiunque si opponga a loro“. Eppure meno di due mesi fa, dopo la prima ondata di polemiche, Martina fu molto chiara: “Sono dispiaciuta se ho detto qualcosa di transfobico, non volevo offendere nessuno, cercherò di informarmi meglio e, nel frattempo, non ne parlerò più”. Evidentemente ha cambiato idea.

Ti suggeriamo anche  Stati Uniti, ragazza transgender incoronata reginetta del ballo scolastico

2 commenti su “Martina Navratilova di nuovo contro le atlete trans: ‘è una follia, un imbroglio’

  1. Io adoro Martina Navratilova, ma se ben ricordo negli anni ’80 la si accusava di giocare come un uomo perchè nel suo seve and volley aveva una forza che era paragonabile ai suoi colleghi uomini e avrebbe stracciato tutti, uomini e donne, il suo tennis, all’epoca era considerato molto maschile e lei quando fece coming out non fu risparmiata da critiche e alcune molto volgari. In tempi più recenti anche Serena Williams subì critiche per il suo fisico. La storia del tennis ricorda Renèe Richard, medico che dopo un’operazione chirurgica divenne donna quindi non più biologicamente dipendente dal suo pene. Io non so quante tenniste trans ci siano nel circuito, a me non sembra ce ne sia nessuna, ma posso anche sbagliare. Non capisco a chi si rivolga Martina, qualcuno sa dirmi i nomi di tenniste trans o altre che si sono operate definitivamente?

Lascia un commento